Questo sito contribuisce alla audience di

IL PACKET-RADIO

Una rete di computer... senza fili.

Questo modo di comunicare funziona sullo stesso principio che è alla base di Internet.

Presenta il grande vantaggio di non utilizzare la rete telefonica bensì una rete di computer, ognuno collegato ad una radio ricetrasmittente operante generalmente in gamma VHF.

Lo svantaggio dipende dalla banda passante più stretta rispetto alla rete telefonica, per cui la massima velocita di trasferimento dei pacchetti di dati non supera attualmente i 9600 bps (bit per secondo) e quindi un pò pochini rispetto ai 56.000 bps che la semplice connessione telefonica analogica ci offre.

Operare in packet ci riporta quindi (sotto l’aspetto grafico) all’epoca ormai lontana dell’interfaccia utente che offrivano le BBS ma la possibilità di potersi connettere con questo sistema, con i computer di radioamatori di tutto il mondo utilizzando semplicemente un computer collegato, attraverso la scheda audio che svolge la funzione di convertitore analigico-digitale, ad un ricetrasmettitore VHF di bassa potenza operante in FM, rende l’attività molto attraente, interessante, utile ed economica.

Per gli approfondimenti è opportuno utilizzare i link proposti ma sono naturalmente a disposizione di chi desidera ragguagli tecnici sull’argomento packet o su quantaltro ha attinenza con il mondo del radiantismo.