Questo sito contribuisce alla audience di

Telefoni cellulari che funzionano anche senza copertura.

Il telefono cellulare è, indipendentemente dai tanti gadgets di cui è dotato, un ricetrasmettitore. Perché, quando non c'è la copertura di una o più celle (ponti radio), non permettergli di collegarsi via Wi-Fi al telefono cellulare più vicino che fungerà da ponte radio?



Noi radioamatori sappiamo molto bene quanto sia importante assicurare le comunicazioni nel caso che si verifichi una calamità come un alluvione o un terremoto e sappiamo anche che, in questi casi, sono proprio le comunicazioni telefoniche tradizionali e cellulari ad andare in tilt. Gli scenziati dell’università di Adelaide in Australia, stanno mettendo a punto un software che, in assenza di campo, permette al telefono cellulare di utilizzare la connessione Wi-Fi di cui è dotato, per collegarsi al telefono cellulare più vicino che svolgerà soltanto la funzione di ripetitore e se anche questo telefono si trovasse fuori dalla portata di un ponte ripetitore, comunque trasferirà il segnale ad un successivo telefono, fino a che il segnale non sarà agganciato da una cellula. Il professor Paul Gardner-Stephen della Scuola di Scienze dei computer dell’ateneo che guida il progetto, ha dichiarato che «Usando l’interfaccia Wi-Fi di cui sono ormai dotati molti telefoni cellulari, possiamo trasmettere la voce in una maniera che non richiede di passare per un punto centrale di raccolta». Questa tecnologia è ancora in fase sperimentale e non assicura certamente che la “catena” di cellulari possa trasferire il segnale fino alla cellula più vicina ma è comunque un significativo miglioramento della tecnologia legata alla telefonia mobile e auspico che quanto prima possa essere disponibile per tutti gli utenti.