Questo sito contribuisce alla audience di

Fenomeno Fiorello

A pochi giorni dalla ripresa di "Viva Radio 2", diventa un tormentone il brano "Per diventare gay" lanciato dal programma

24/10/2006 - Da www.repubblica.it

ROMA - “A questo punto o mi dimenticherete domani oppure mi vedrete al prossimo Festival di Sanremo”. Maurizio Minestroni, in arte Mines, è il cantante di cui tutti parlano grazie a “Per diventare gay”, il tormentone lanciato di recente da Fiorello nella trasmissione “Viva Radio 2″. La canzone, un brano dance in cui il protagonista “studia da gay” per difendersi dai continui rifiuti che colleziona incontrando le ragazze nei locali notturni, è lo stesso titolo con cui nel 2005 il cantautore di Recanati conquistò le fasi finali del Festival Musicultura.

Non fosse stato per l’intraprendenza di Mines, però, “Per diventare gay” sarebbe rimasta nell’ombra. Il musicista quarantenne, che si esibisce da metà degli anni Ottanta, ha invece inviato il disco intitolato “Di bar in bar” a “Viva Radio 2″ e la scelta di Fiorello è caduta proprio su quel titolo bizzarro: “È una canzone vincente perché inizia con l’inciso” spiega lo showman.
“Non devi aspettare che prima parta la strofa per poter ascoltare il ritornello: sai già da subito di che si tratta e per la verità la canzone è tutta in quella frase: Sto studiando sai per diventare gay”.

L’intraprendenza di Mines non si è fermata a “Viva Radio 2″. Sull’onda del successo radiofonico del brano, il cantautore ha infatti inviato il disco a quattro case discografiche e proprio ieri ha firmato il contratto con la multinazionale discografica Universal. “Invio sempre il mio disco per farlo ascoltare, con la differenza che ora ho trovato le porte spalancate”. Le porte erano spalancate, ma è stato comunque lui a dover bussare, anche se da qualche settimana è nella posizione di poter valutare le proposte. Strani casi della discografia italiana. “All’improvviso mi sembra di essere diventato bravissimo, mentre per venti anni mi hanno sempre detto che le mie canzoni non erano pronte per il mercato”.

L’album di Mines “Di bar in bar” verrà rieditato con il remissaggio dance di “Per diventare gay”, per il resto dei brani si utilizzerà la buona autoproduzione realizzata dal cantautore. Nel disco ci saranno altre sorprese: in “Trans” Mines racconta una sua avventura con tre travestiti, in “Eccoci al tuo party” di una festa da imbucati in una villa, in “Ogni notte esco” e in “Bloody Mary” canta la sua incontenibile voglia di alcolici.

Articolo di Carlo Moretti

Le categorie della guida

Argomenti