Questo sito contribuisce alla audience di

Eminem

quando il rap è bianco

Che dire di Eminem che non sia già stato detto?

Niente e tutto!

Il suo nome Marshall Mathers III sembra appartenga ad un nobile decadente.

Nasce il 17 ottobre 1972 a St. Joseph vicino a Kansas City.

Vive l’ infanzia tra la sua città natale e Detroit e comincia molto presto a rappare.

Già a 14 anni cominciano le sue prime performance.

Ma è un rapper bianco.

Quindi il maggior rischio è di non essere accettato dalla comunità nera.

Non si capisce nè come nè quando diventa il pupillo di Dr. Dre…quindi nessun problema di razzismo al contrario!

Quando il rapper è bianco, tutti ne parlano.

Telegiornali (addirittura la Rai!!!), giornali di qualsiasi tipo parlano e scrivono di Eminem!

Per non parlare del gossip che il personaggio fomenta continuamente.

La sua ex moglie, i suoi flirt veri e presunti, sua mamma e le continue denunce, le guerre con altri artisti della scena mondiale della musica come Moby o Everlast , le accuse di
razzismo e di omofobia…

Ma ci sono anche i premi, i riconoscimenti, il successo, la fama, il film ( 8 mile consiglio caldamente il sito e di andare al cinema a vederlo)…

Sul web poi c’è l’imbarazzo della scelta…tra siti ufficiali, non ufficiali, fans club, critiche ed elogi.

Io sono arrivata ad una ovvia conclusione: Eminem o lo odi o lo ami. Non ci sono vie di mezzo!

Il suo album d’esordio risale al 1996 Infinite.

La storia del suo successo però è molto più recente.

Nel 1999 con The Slim Shady LP diventa il rapper bianco più famoso al mondo, aggiudicandosi ben due GRAMMY
Awards per  “My Name Is” e  “The Slim Shady LP”.

Replica il successo nel 2000 con The Marshall Mathers LP.E ancora due GRAMMY Awards per “The Marshall Mathers LP” e”The Real Slim Shady”.

Nel 2002 ci regala un altro grande album The Eminem Show.

…e la storia continua…