Questo sito contribuisce alla audience di

Nas

la voce di New York

Nasir Jones, per gli amici Nas, nasce il 14 settembre 1973 a Long Island City, Queens, New York.
Figlio del musicista jazz Olu Dara, studia letteratura e vive per le strade. Le sue rime sono tra le piu’ belle proprio per questo mix di cultura e rozzezza.
Nel 1991 viene a contatto con un altro grande rapper, Main Source, con il quale mette a punto i versi per “Live at the Barbeque”.
A 18 anni Nas e’ rispettato da tutti i rapper dell’ East Coast.
Le voci girano in fretta a New York e cosi’ la Columbia Records lo mette sotto contratto.

Nell’aprile del 1994 il suo album del debutto Illmatic porta a conoscenza del grande pubblico Nas, le sue rime e la sua musica.
Il giovane rapper viene definito “the King of New York” per la sua bravura e le sue doti che vengono fuori dalle 10 tracce di puro, autentico rap contenute nel suo primo album.

Nel 1996 il suo secondo album It Was Written, molto meno rap e piu’ commerciale.
I due singoli di grande successo furono “Street Dreams” e “If I Ruled The World (Immagine That)” con la partecipazione della grande Lauryn Hill.

Per non perdere lo scettro della città, the King pubblicò nel 1999 due grandi album I Am… e Nastradamus.
In questi anni Nas produsse molte hits di successo tra le quali “Hate Me Now” con P. Diddy, “Nas Is Coming” insieme a Dr. Dre, “Nas Is Like” e prese parte al progetto QB’s Finest, con i migliori MC del Queens.

Nel 2001 cominciano i guai. La madre malata di tumore, il successo che pare abbandonarlo e la “faida” con Jay-Z.
Il rapper di Brooklin attacca Nas per il lavoro scadente che sta facendo e lo fa “in rima” nel suo album Blueprint.
La risposta non si fa attendere, alla fine del 2001 pubblica il suo quinto album Stillmatic, deciso a confermare la sua “potenza” di King of New York.

Nel 2002 pubblica due raccolte di inediti e di bellissimi remix “From Illmatic to Stillmatic: The Remixies” e “Lost Tapes”.
ed il suo sesto album God’s Son. La canzone che lo porta al definitivo successo e’ la hit “Made You Look”.
Da segnalare anche il pezzo dedicato alla madre appena morta “Dance” e la canzone tutta per Jay-Z “Last Real Nigga Alive”.

Nel 2004 il suo settimo Street’s Disciple, che contiene anche una canzone, “Bridging The Gap”, con la collaborazione del padre Olu Dara.

Nel 2005 pubblica altri due album. Il primo a febbraio Just A Moment/These Are Our Heroes e il suo ultimo lavoro (per il momento) un mese dopo Street’s Disciple II: Fourteen Songs.

DISCOGRAFIA
1994 Illmatic
1996 It Was Written
1999 I Am…
1999 Nastradamus
2001 Stillmatic
2002 God’s Son
2004 Street’s Disciple
2005 Just A Moment/These Are Our Heroes
2005 Street’s Disciple II: Fourteen Songs

Link correlati