Questo sito contribuisce alla audience di

MEI 2007: I MIGLIORI 20 ALBUM INDIPENDENTI DELL'ANNO

TRA QUESTI IL FUTURO VINCITORE DEL PIMI

Torna il PIMI, il Premio Italiano per la Musica Indipendente, che si terrà al MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza, che premierà, a fine novembre, gli album preferiti da una giuria di critici musicali garantita dai giornalisti Federico Guglielmi, Daniel Marcoccia, Enrico Deregibus, Valerio Corzani, John Vignola e Fabrizio Galassi.
Già noti i primi vincitori del PIMI 2007: ai Diaframma andrà il premio per la miglior autoproduzione, i Giardini di Mirò sono il miglior gruppo indipendente dell’anno, Moltheni il miglior solista, i Tetes de Bois hanno realizzato il miglior tour, la Radiofandango è l’etichetta dell’anno, Giulio Favero e Giovanni Gandolfi i migliori produttori artistici e discografici dell’anno. Tra le rivelazioni indie rock i Canadians, il Teatro degli Orrori, gli LNRipley. Nell’indie pop, invece, The Second Grace, Vanilla Sky e Khorakhanè.
Inoltre verranno premiati i progetti musicali che hanno venduto di più nell’ultima stagione, insieme a Musica & Dischi, e il miglior album d’esordio insieme al Mucchio. Per quanto riguarda il miglior disco indipendente dell’anno la vittoria andrà a uno tra i migliori 20 album indipendenti dell’ultima stagione che partono tutti a pari merito:
‘Dell’impero delle tenebre’ dei Teatro degli Orrori (La Tempesta/Venus), ‘The midnight room’ dei Jennifer Gentle (Subpop), ‘IG- Bastian Contrario’ di Ivana Gatti e Gianni Marroccolo (Ala Bianca), ‘Danson Metropoli’ degli Avion Travel (Sugar), ‘La seconda rivoluzione sessuale’dei Tre Allegri Ragazzi Morti (La Tempesta/Venus), ‘La chiave dei venti’ degli Etherea+Uochi Toki (Wallace/Audioglobe), ‘Non c’è due senza te’ di Moltheni (La Tempesta/ Venus),’Avanti Pop’ dei Tetes de Bois (Il Manifesto), ‘Sono un genio ma non lo dimostro’ di Rudy Marra (Ala Bianca), ‘Afraid To Dance’ dei Port Royal (Resonant/Goodfellas), ‘Consider us gone’ dei Melody Fall (Wynona Record), ‘Technicolor Dreams’ degli A Toys Orchestra (Urtovox /Audioglobe), ‘Dividing Opinions’ dei Giardini di Mirò (Homesleep), ‘Non c’è due senza te’ di Dente (Jestrai), ‘Luna in piena’ di Nada (Radiofandango),’Stazioni Lunari prende terra a Puerto Libre’ di Ginevra Di Marco (Radiofandango), ‘Tutti amano tutti’ degli Atletico Defina (Venus), ‘Chimera’ degli Ardecore (Il Manifesto), ‘Camminando sui fuochi d’artificio’ dei Virginiana Miller (Radiofandango) e ‘Il disco dei miracoli’ della Piccola Bottega Baltazar (Azzurra Music).
Negli anni scorsi il Premio Italiano per la Musica Indipendente per il miglior album è stato vinto dagli Assalti Frontali, dagli Afterhours, da Nada e dagli Yuppi Flu.
I vincitori del PIMI 2007 ritireranno i riconoscimenti venerdì 23 novembre, serata di anteprima del MEI 2007, al Teatro Masini di Faenza in occasione della serata di premiazione delle migliori produzioni indipendenti italiane.
“Questi venti album - dice Giordano Sangiorgi, organizzatore del MEI - sono il meglio di quanto espresso dalla nuova scena indipendente nel nostro paese, alcuni di essi sono stati ai primi posti delle classifiche di vendita ufficiali, e mi auguro che questi album, e tutte le altre produzioni indipendenti italiane, possano ispirare gli organizzatori dei grandi festival musicali italiani, con la possibilità di ospitare queste bands e dar loro la visibilità che meritano”.
Tutti i 20 migliori album indipendenti dell’anno saranno presentati questa sera a Radio Città Futura durante un’intervista in diretta con il MEI a partire dalle ore 20 e 40.

Le categorie della guida