Questo sito contribuisce alla audience di

AFI Alfabeto Fonetico Internazionale

Premessa alla lingua inglese...

La lingua inglese è la lingua ufficiale di molti paesi mondiali ed è compresa in quasi tutti gli stati del mondo.

Per via della sua enorme diffusione, presenta molte varianti nella pronuncia e nelle varie espressioni.

Ma in questa guida rispetteremo la pronuncia standard (Received Pronunciation).

La grammatica e la sintassi di questa lingua sono molto elementari, mentre la pronuncia presenta qualche difficoltà in quanto è irregolare.

Spesso ad una stessa qrafia possono corrispondere più pronuncie.

In questa guida il suono di ogni grafia verra rappresentato con la trascrizione fonetica AFI (Alfabeto Fonetico Internazionale).

Norme basilari della trascrizione fonetica:

[ : ] allungamento del suono corrispondente

[ ks ] equivale alla X di taxi

[ ç ] vocale inesistente in italiano; il suono assomiglia ad una E chiusa che tende verso una O, pronunciata arrotondando le labbra.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • gessica

    27 May 2009 - 14:14 - #1
    0 punti
    Up Down

    chi sono quelli che non vogliono gli stranieri????????????????????????????????????????????????????????????

  • dDARE

    03 Sep 2010 - 20:03 - #2
    0 punti
    Up Down

    zh = si pronuncia come nel francese je.
    dh = si pronuncia con un suono inesistente in italiano;simile a una d fricativa;corrisponde al th inglese di this.
    gh = si pronuncia come una gi dolce;ad esempio più o meno come la g italiana di gemma.
    q = si pronuncia come una k arretrata quasi all’altezza dell’ugola:ad esempio la parola araba qaf si pronuncia (qaf).
    sh = si pronuncia come uno sc italiano;ad esempio la lettera sh si pronuncia più o meno come in italiano scena.
    ch = si pronuncia come una c italiana di caro;quando è seguita da e o i si pronuncia come il ch tedesco di ich;quando è seguita da e o i (quando solo è intervocalica) si pronuncia come una specie di c italiana di cera.
    : = allunga il suono della r dalla vocale semimuta;la e si trasforma in eu.
    r = la r viene pronunciata come nell’inglese rose,come una monovibrante delo spagnolo pero.
    th = si pronuncia s sibilata (simile a un th inglese di thank);quando è spesso seguita da e si pronuncia come sc italiano di scena;quando è seguido da consonante sorda si pronuncia come il th inglese di that.
    s = sempre sibilata che assomiglia quasi a un th inglese di thank;spesso si pronuncia come una s dolce italiana come in base.
    z = si pronuncia sempre sonora come un th inglese di this;ad esempio si pronuncia quasi come la z spagnola.
    h = si pronuncia aspirata ad esempio quasi come un’h inglese di house.
    ‘ = si pronuncia come il colpo di glottide ma viene scritto raramente.
    l = si pronuncia come una specie di l più arretrata più verso la gola;la l si pronuncia come in inglese mill.
    x = si pronuncia s sibilante,quasi come un th inglese di thing;spesso si pronuncia come la s italiana di sasso.

  • dDARE

    03 Sep 2010 - 20:05 - #3
    0 punti
    Up Down

    zh = si pronuncia come nel francese je.
    dh = si pronuncia con un suono inesistente in italiano;simile a una d fricativa;corrisponde al th inglese di this.
    gh = si pronuncia come una gi dolce;ad esempio più o meno come la g italiana di gemma.
    q = si pronuncia come una k arretrata quasi all’altezza dell’ugola:ad esempio la parola araba qaf si pronuncia (qaf).
    sh = si pronuncia come uno sc italiano;ad esempio la lettera sh si pronuncia più o meno come in italiano scena.
    ch = si pronuncia come una c italiana di caro;quando è seguita da e o i si pronuncia come il ch tedesco di ich;quando è seguita da e o i (quando solo è intervocalica) si pronuncia come una specie di c italiana di cera.
    : = allunga il suono della r dalla vocale semimuta;la e si trasforma in eu.
    r = la r viene pronunciata come nell’inglese rose,come una monovibrante delo spagnolo pero.
    th = si pronuncia s sibilata (simile a un th inglese di thank);quando è spesso seguita da e si pronuncia come sc italiano di scena;quando è seguido da consonante sorda si pronuncia come il th inglese di that.
    s = sempre sibilata che assomiglia quasi a un th inglese di thank;spesso si pronuncia come una s dolce italiana come in base.
    z = si pronuncia sempre sonora come un th inglese di this;ad esempio si pronuncia quasi come la z spagnola.
    h = si pronuncia aspirata ad esempio quasi come un’h inglese di house.
    ‘ = si pronuncia come il colpo di glottide ma viene scritto raramente.
    l = si pronuncia come una specie di l più arretrata più verso la gola;la l si pronuncia come in inglese mill.
    x = si pronuncia s sibilante,quasi come un th inglese di thing;spesso si pronuncia come la s italiana di sasso.
    L’apostrofo viene scritto talvolta e si pronuncia come il colpo di glottide.

Ultimi interventi

Vedi tutti