Questo sito contribuisce alla audience di

Nikita Michalkov

La Russia tra passato e futuro nei film di un grande regista.

Figlio di uno scrittore e di una poetessa, Nikita Michalkov è nato a Mosca nel 1945.

Nikita studia teatro alla “Children’s studio of Stanislavsky Theatre” e più tardi presso la “Chuksin School of the Vakhtangov Theatre”.

Nel 1964 recita nel film “I Walk in Moscow” di Georgy Danelia e cinque anni dopo in “A Nest of Gentry” diretto dal fratello Andrej. Parallelamente si iscrivve al VGIK (scuola di cinema moscovita) dove studia regia.
Non abbandona tuttavia la recitazione fino a quando non digige (e interpreta) il suo primo lungometraggio Amico tra i nemici, nemico tra gli amici (1974), una specie di western sulla guerra civile.

Con il suo secondo lungometraggio Schiava d’amore (1976), Nikita Michalkov ottiene un discreto successo anche all’estero.

Il film successivo Partitura incompiuta per pianola meccanica (1976), tratto da una commedia di Chechov, è ritratto della borghesia di fine secolo e un’ironica meditazione sulle debolezze umane.

Tre anni dopo Nikita Michalkov porta sullo schermo un romanzo di Goncarov: Oblomov.

Nel 1987 gira Oci ciornie(1987), una nostalgica e umoristica elegia del buon tempo antico, interpratata da Marcello Mastroianni, Silvana Mangano e Elena Sofonova.

Dopo Urga - Territorio d’amore (1991) premiato con il Leone d’oro al Festival di Venezia, il regista realizza quello che è considerato uno dei suoi capolavori: Sole ingannatore (1994). Il film (premio della giuria al festival di Cannes e Oscar come miglior film straniero) rievoca un terribile episodio della repressione staliniana inserito
in un’atmosfera “cechoviana” di struggente nostalgia.

Il film succesivo Il barbiere di Siberia (1999) è la storia di un’avventuriera americana ambientata durante il regno zar Alessandro III Romanov (1845-94).