Questo sito contribuisce alla audience di

La mala educacion di Almodovar

Un noir a base di pedofilia, cinema e omosessualità per Almodovar. Nel cast Fele Martinez e Gael Garcia Bernal

Dopo “Parla con lei”, Pedro Almodovar torna al cinema con “La mala educacion” un noir a base pedofilia, cinema e omosessualità che si carratterizza anche per la critica pungente delle istituzioni educative cattoliche nella Spagna degli anni Sessanta, istituzioni che il regista stesso ha frequentato. Altro protagonista è il cinema che per i due protagonisti significa professione ma anche uno strumento per avvicinarsi alla verità. Verità che nel film assume tre versioni: quella del ragazzo che scrive il racconto, l’adattamento che di questa viene fatta dal regista e la terza è quella raccontata dal prete. Ma vediamo la storia…

Enrique Goded (Fele Martinez) è un giovane regista. Ignacio (Gael Garcia Bernal), un amico d’infanzia che non vedeva dai tempi del collegio, lo contatta per lavorare in un suo film. Con l’occasione gli affida un suo racconto intitolato “La visita” che racconta la storia della loro amicizia e del loro amore interrotto per l’intervento del direttore del collegio, Padre Manolo, innamorato a sua volta di Ignacio. Enrique decide di trarne un film e di intraprendere un viaggio nel passato lastricato di segreti.