Questo sito contribuisce alla audience di

Maestro - Realease Party

Proiezione del film-documentario di Manuel Josell Ramos sulla scena house – a seguire dj set & party

Il “fenomeno” house come nessuno lo ha mai raccontato: i protagonisti, i luoghi, le storie, gli eventi… tutto questo e molto altri ancora in “Maestro” (www.maestro-documentary.com), il film-documentario realizzato dal regista americano Manuel Josell Ramos e presentato in anteprima giovedì 13 gennaio al Tenax – proiezione dalle ore 21 – nell’ambito di un party con grandissimi ospiti del djing internazionale: da New York (Disko B Tension) Abe Duque aka Kirlian; dalla tribe californiana El Circo, per la prima volta in Italia, El Papachango, uno dei principali ospiti musicali del Burningman Festival (l’evento più importante della West Coast: 40000 presenze nel suggestivo scenario del deserto del Nevada).
Ed ancora, sempre per il “Maestro” Release Party di giovedì 13 gennaio al Tenax, Simone Fabbroni, Ivan Iacobucci, Marco Solforetti e Michele Galliano.
Distribuito in Italia da Seisix (www.seisix.com) “Maestro” è il primo vero documentario sulla dance underground. E’ stato scritto, prodotto e diretto dal regista Manuel Josell Ramos ed ha richiesto tre anni di lavorazione, per ripercorre le gesta di mitici dj come Larry Levan del Paradise Garage e di David Mancuso del The Loft di New York.
Per precisa scelta della produzione, la pellicola non viene proiettata nei cinema, bensì nei club, dove la musica house nasce, vive e si evolve.
Innumerevoli gli artisti presenti nel film: Frankie Knuckles, François K., Nicky Siano, Tee Scott, Francis Grasso, Walter Gibbons e alcuni tra gli attuali guru del mondo undergroud, primi su tutti: Masters at Work e Danny Tenaglia.
Maestro presenta la vera storia di questi deejay, pionieri della nuova avant-garde musicale, raccontando le origini della dance undergroud. Il film fornisce per la prima volta uno spaccato veritiero, e a tratti duro, di un fenomeno musicale che per molti giovani è divenuto stile di vita. Lontano dall’essere pura nostalgia, Maestro vibra intensamente come la musica e le esperienze che racconta.