Questo sito contribuisce alla audience di

Noud Heerkens e Last Conversation, 2009

È un film difficile perché sperimentale, uno di quei film che piacciono subito o che annoiano da morire. Il regista ha utilizzato 25 telecamere sopra una Jaguar

last conversation “Last conversation” è una pellicola del 2009 diretta da Noud Heerkens(1954). Il regista olandese ha cercato di creare un qualcosa di nuovo e raffinato con la sua pellicola.

Il film è stato premiato recentemente ai Tiff 2010 (Transilvania International Film Festival) con il Premio Speciale della Giuria, a vincere con il Miglior Film invece è stata una regista thailandese: Anocha Suwichakornpong con “Mundane History”.

È un film difficile perché sperimentale, uno di quei film che piacciono subito o che annoiano da morire. Il regista ha utilizzato 25 telecamere sopra una Jaguar nella quale la protagonista, Anna(interpretata da Johanna ter Steege) è filmata durante una lunga telefonata che sta avendo con il suo amante.

L’amante purtroppo ha una famiglia, è sposato, e ha deciso di chiudere la relazione extra coniugale. Ciò che impone attenzione è la cura del montaggio che vede delle riprese eccezionali dell’asfalto da sopra la Juguar.

Quando l’inquadratura si sposta sul viso di Anna il rilievo è soprattutto richiamato nelle labbra rosse dell’attrice che lotta durante questa ultima conversazione per conservare la propria dignità o forse lotta per un istinto di conversazione e per proteggere la sua fragilità.

Durata 75 minuti. La sceneggiatura è stata scritta da Jacqueline Epskamp.