Questo sito contribuisce alla audience di

Una lunga domenica di passioni, di Jean-Pierre Jeunet, 2004

Mathilde sin da piccola soffre per una brutta polmonite e non vuole accettare la morte del fidanzato.

una lunga domenica di passioni “Una lunga domenica di passioni” è una pellicola del 2004 diretta da Jean-Pierre Jeunet(1953). l regista francese ha esordito nel 1991 con “Delicatessen”, segue nel 1995 “la città perduta”, nel 1997 “Alien: la clonazione”, nel 2001 “Il favoloso mondo di Amélie”, nel 2009 “L’esplosivo piano di Bazil” uscito nelle sale italiane il 17 dicembre del 2010.

Titolo originale: “Un long dimanche de fiancailles”. La sceneggiatura è tratta dal libro omonimo scritto da Sebastien Japrisot. Il film ha vinto 5 Premi César 2005 su 12 nomination, sempre nel 2005 si è aggiudicato il Miglior Regista ai Premi Lumière, e Miglior Film Straniero al Kansas City Film Critics Circle Awards.

“Una lunga domenica di passioni” racconta di cinque soldati che nella prima guerra mondiale si auto-mutilano per non andare in guerra e quindi per sfuggire ai propri doveri militari.

I cinque sono condannati da una corte marziale e condotti ed abbandonati in terra di confine e propriamente nelle trincee tedesche e francesi. Tra i condannati c’è Manech (interpretato da Gaspard Ulliel), il giovane fidanzato della protagonista del film, Mathilde (interpretata da Audrey Tautou).

Mathilde sin da piccola soffre per una brutta polmonite e non vuole accettare la morte del fidanzato. Infatti secondo la ragazza se Manech fosse morto lei l’avrebbe sentito ed invece si sentiva ancora collegata al cuore dell’innamorato.

Nel cast: Audrey Tautou, Gaspard Ulliel, Dominique Pinon, Clovis Cornillac, Jerome Kircher, Chantal Neuwirth, Albert Dupontel, Denis Lavant, Jean-Pierre Becker, Mation Cotillard, Andre Dussollier, Jodie Foster.

Durata 134 minuti. La sceneggiatura è stata scritta da Guillaume Laurant e Jean-Pierre Jeunet.

Trailer: