Questo sito contribuisce alla audience di

Leggi del KI, uso consapevole dell'energia vitale, integrazione.

Cominciamo ad approfondire, utilizzando il validissimo supporto fornito dal volume "KI" di W.REED edizioni Mediterranee, cosa sia il KI e a quali leggi risponda.

Sulla controcopertina del volume che useremo come testo di base leggiamo :

KI Lo spirito dell’energia vitale. Una guida pratica per gli occidentali.

Se ne può già dedurre, quindi, che si tratta di qualcosa “studiato ed
approfondito” in Oriente ma che si può tranquillamente praticare anche alla
nostra longitudine!

La prima volte che ne sentii parlare fu durante il mio primo livello, dal
mio Maestro.

Descrisse, più che cosa fosse, cosa producesse … ed in quelle parole
riconobbi sensazioni, situazioni e condizioni che in passato avevo già
affrontato e conosciuto.

Pur senza sapere che si trattava dell’azione del mio KI.

Continuando la lettura di “KI” troviamo:

Un dizionario giapponese definisce KI come mente,
spirito o cuore. Vi sono elencate centinaia di espressioni in cui viene usata
la parola KI, per la maggior parte modi correnti per esprimere stati d’animo,
tipi di atteggiamento o carattere.

A volte viene dato un significato più filosofico. Nelle arti marziali e
nella medicina orientale ki sta a significare una forma sottile di energia.

Tuttavia, mentre sono stati scritti molti libri sullo Zen per gli occidentali,
pochissimi hanno trattato l’argomento del KI.

I concetti profondi sono difficili da definire ed in ogni caso anche una
definizione accurata non può sostituire l’esperienza diretta nell’arrivare ad
una migliore comprensione del KI.


Per cominciare ad offrirvi un po’ di pratica, diremo che le LEGGI DEL KI
sono 4:

centratura
rilassamento
peso verso il basso
estensione

e che rispettata 1 sola di esse tutte le altre sono presenti ma … senza una
sola di esse nessuna può essere rispettata

Link correlati