Questo sito contribuisce alla audience di

1 - VIVERE LA SETTIMANA SANTA

In questo primo articolo vediamo alcuni suggerimenti su come vivere la Settimana Santa, partiamo dai giorni che vanno dalla Domenica delle Palme al Giovedì santo.

Ecco alcuni suggerimenti su come vivere la Settimana Santa che si apre con la Domenica delle Palme.
La Domenica delle Palme fa memoria dell’ingresso messianico di Gesù in Gerusalemme per compiervi il suo Mistero Pasquale. Ci viene dato il ramo di ulivo ma questo simbolo non deve farci perdere di vista il vero significato della celebrazione che consta di due momenti importanti:
L’ingresso messianico in Gerusalemme.
La memoria della sua passione.

I giorni successivi (Lunedì, Martedì e Mercoledì) devono essere dedicati ad accostarsi al sacramento della Riconciliazione.

La mattina del Giovedì Santo si può dedicare (per chi non lavora) per assistere alla Messa del Crisma che si svolge nella cattedrale della Diocesi sotto la presidenza del Vescovo. In questa messa vengono benedetti il Crisma (cioè l’olio profumato che si utilizza nei sacramenti del Battesimo, della Cresima e dell’Ordine), l’Olio dei catecumeni e l’Olio degli infermi.

La sera del Giovedì santo, assolutamente da non mancare, la Messa in Cena Domini che ricorda l’istituzione dell’Eucarestia e celebra il memoriale dell’ultima cena di Gesù.

Il Vangelo di questa messa parla della figura di Cristo che, pu essendo Signore e maestro, si fa servo, lavando i piedi agli apostoli. Per questo in molte Chiese si celebra il rito della lavanda dei piedi che ci deve aiutare a comprendere meglio il grande e fondamentale precetto cristiano della carità fraterna. Al termine della celebrazione le ostie vengono portate con una processione al cosiddetto “sepolcro“, cioè un luogo (un’altare) debitamente preparato, perchè siano esposte in un tabernacolo, adorate e conservate per la comunione del Venerdì santo.