Questo sito contribuisce alla audience di

INTRODUZIONE AL CANTO GREGRORIANO

Una sezione a cura di Giovanni Vianini, direttore della Schola Gregoriana Mediolanensis.

Alle origini della tradizione musicale occidentale si pone il repertorio Gregoriano atto di avvio ufficiale del cammino che ha accompagnato le civiltà colte attraverso venti secoli di musica.

Al di là dell’intrinseco valore artistico e del profondo significato convenzionale, recuperare il Gregoriano è un po’ come andare alla ricerca delle proprie radici storiche; è un viaggio nel passato pieno di fascino e di sorprese, che permette di indagare su un momento culturale ricco di stimoli e di ritrovare la condivisa e profonda eredità spirituale che lo caratterizza.

L’abitudine di comprendere con il termine di canto Gregoriano tutta la tradizione monodica antica, religiosa e per sole voci, è frutto di una generalizzazione che ha contribuito a celare tracce importanti di evoluzione.

Oggi, in un clima di ricerca musicologica sottratta ai condizionamenti ideologici postriformistici, è possibile, e necessario chiarire la posizione storica e il significato poetico complessivo di questo repertorio: per una migliore comprensione estetica e una corretta valutazione sociale.

Far luce sul canto Gregoriano significa innanzitutto ripercorrere l’itinerario storico che l’ha favorito.