Questo sito contribuisce alla audience di

1 - La Santissima Trinità

Il "mistero" della Santissima Trinità (un unico Dio in tre persone) non è ancora stato spiegato da nessuno. E' una rivelazione da accettare così come Dio l'ha presentata nella Bibbia, senza ma ne perché. Un Padre della Chiesa come Sant'Agostino ha rinunciato a spiegarlo perché non arrivava alla conclusione, rimaneva sempre un perché. A questo proposito si rammenta un episodio in cui Sant'Agostino stava passeggiando lungo il mare e vide un bambino che stava facendo un buco nella sabbia, gli chiese cosa facesse e il bambino rispose che in quel buco voleva mettere il mare. Sant'Agostino gli disse che era impossibile e il bambino, che era un angelo, gli rispose che, in maniera uguale era impossibile per lui comprendere il mistero della Santissima Trinità. In questa serie di interventi cerco quindi di spiegare, con l'aiuto di qualche libro, a grandi linee, come è visto il mistero trinitario dalla Chiesa.

Il mistero della Trinità, è il cuore della Rivelazione cristiana, il cui punto di avvio è l’evento storico-salvifico di Gesù Cristo, la sua incarnazione, la morte in croce e la risurrezione. La struttura fondamentale della Rivelazione è trinitaria: sia nel rivelarsi e comunicarsi di Dio agli uomini (l’evento), sia nella modalità del suo coinvolgere la libertà degli uomini (l’esistenza cristiana).

Nell’evento della Pasqua, nella morte e risurrezione del Figlio, si rivela il mistero di Dio così come è in se stesso, e non solo una nuova informazione su Dio; contemporaneamente, si afferma che la libertà degli uomini è accolta e trasformata mediante il dono dello Spirito, che li fa partecipare alla vita divina offerta nel gesto pasquale di Gesù. Pertanto il luogo per accedere al volto trinitario di Dio è l’evento della Pasqua di Cristo, come comunicazione di Dio e pienezza della storia e dell’uomo.