Questo sito contribuisce alla audience di

Card. Martini: Su internet mi ritrovo con i grandi e i dimenticati

Bella intervista di Gianni Riotta de "Il Sole 24 Ore" al Cardinale Carlo Maria Martini, gesuita e arcivescovo emerito di Milano, che rivela: uso internet, l'e-mail, Wikipedia e Facebook.

Card. Carlo Maria MartiniIl Cardinale Carlo Maria Martini è sempre stato uomo di grande apertura, che ha sempre cercato di tenersi aggiornato, di capire il mondo, di comprendere le persone e di studiare i fenomeni della società che ci circonda, per rilevarne le ricchezze e le problematiche, cercando di cogliere il lato positivo di ogni cosa, valorizzando ciò che di buono si trova nel mondo.

Il Cardinal Martini, 83 anni, terminato per raggiunti limiti di età il suo incarico di Arcivescovo di Milano, ha soggiornato per un certo periodo di tempo a Gerusalemme, per dedicarsi alle Scritture e “respirare” l’atmosfera che emana la “città santa” per eccellenza. Ora, rientrato in Italia, si è ritirato a vita quasi privata nella semplice Comunità dei Gesuiti di Gallarate, vicino a Varese. Da anni malato di Parkinson è costretto a dosare le proprie energie e a limitare al massimo gli impegni e lo studio.

In questa intervista di Gianni Riotta per “Il Sole 24 Ore” traspare tutta la serenità e la ricchezza di un uomo in perenne ricerca, desideroso di capire a fondo le cose prima di giudicarle, un uomo senza pregiudizi e preconcetti, pronto a valorizzare quanto di buono esiste in ogni cosa.

Ed ecco che rivela di utilizzare moltissimo internet e tutti gli strumenti che la rete mette a disposizione.
“Uso spesso Wikipedia - rivela - perché mi aggiorno cercando di usare il computer, per cui vedo piuttosto il lato positivo […] Uso molto l’email, certe volte ne ricevo troppe: sono come sommerso […] Sto ancora cercando di comprendere Facebook perché mi è stato offerto molte volte, ricevo anche domande di amicizia ma perlopiù non rispondo perché non conosco ancora bene che cosa succede, però certamente come possibilità è molto benvenuta”.

Ammette che, come tutti gli strumenti, anche internet e la rete possono essere usati male, ma invita a guardare alle potenzialità e al bene che da essi ne può derivare. “Gli usi sbagliati sono sempre possibili, ma non tolgono l’importanza degli usi buoni”.

E nel parlare di internet, mail, social network inserisce citazioni da Platone a Teilhard de Chardin, da Manzoni a Dante, nel suo stile di persona colta e con una profondità di pensiero non comune.

> Leggi l’intervista integrale
> Ascolta l’intervista integrale al card. Martini
> La vita e la figura del Card. Martini (Youtube)