Questo sito contribuisce alla audience di

L'Arcangelo Raffaele

L'Arcangelo Raffaele dei tre arcangeli è forse il meno conosciuto. Egli è legato all'episodio biblico di Tobia.

Arcangelo RaffaeleDei tre Arcangeli riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa Cattolica e celebrati il 29 settembre, sicuramente Raffaele è il meno conosciuto.

Il nome “Raffaele“, significa “Dio guarisce” e compare solo nell’Antico Testamento nel Libro di Tobia. Raffaele è descritto nel testo biblico come “un giovane bellissimo, con le vesti succinte“.

Egli infatti accompagna e custodisce Tobia lungo le disavventure del suo viaggio e gli guarisce il padre cieco. La rappresentazione più nota di Raffaele è proprio accanto al giovane Tobiolo, di cui rappresenta un vigile e sicuro compagno di viaggio, specialmente nell’episodio del pesce catturato nel fiume Tigri.

Nel racconto biblico dell’Antico Testamento, il vecchio Tobia, uomo cieco e giusto, affida a questo “giovinetto” (Raffaele) il figlio Tobiolo e lo manda a riscuotere un credito di dieci talenti d’argento. Raffaele accompagna nel lungo e difficile viaggio il giovane Tobiolo, proteggendolo da mali e pericoli.

Portato a buon fine l’incarico di Tobia e riscossi i talenti, riesce a far sposare a Tobiolo una virtuosa giovinetta, liberata da un demonio.

Dopo le nozze, Raffaele guida i due sposi sulla strada del ritorno verso casa. Tornati a casa, Raffaele chiede a Tobiolo di porre sugli occhi del padre (cieco) il fiele di un pesce del fiume Tigri. In questo modo Tobiolo, per mezzo di Raffaele, riesce a ridonare prodigiosamente la vista a suo padre.

Per questo racconto, Raffaele è considerato il patrono dei viandanti.

———————-
> L’Arcangelo Gabriele
> L’Arcangelo Michele

L'Arcangelo Raffaele

L'Arcangelo Raffaele L'Arcangelo Raffaele L'Arcangelo RaffaeleL'Arcangelo Raffaele L'Arcangelo Raffaele L'Arcangelo Raffaele