Questo sito contribuisce alla audience di

Il Battesimo di Gesù

L'episodio del Battesimo di Gesù nel fiume Giordano nel racconto degli evangelisti e nell'iconografia cristiana.

Battesimo di GesùSecondo i racconti evangelici e secondo la tradizione cristiana, intorno ai trent’anni (Luca dice testualmente “Gesù quando incominciò il suo ministero aveva circa trent’anni “) Gesù lasciò la casa di famiglia a Nazaret, dove era cresciuto “in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini”, per iniziare quella che viene chiamata la sua “vita pubblica”.

Il primo atto di questa “vita pubblica”, narrata dai tre sinottici e da Giovanni (anche se Giovanni non descrive precisamente il battesimo), è proprio il Battesimo di Gesù che avvenne nel Giordano per opera di Giovanni il Battista, figlio di Zaccaria ed Elisabetta, cugini di Gesù.

Ecco come descrivono il Battesimo di Gesù i tre evangelisti sinottici:

Marco (Mc 1,9-11)

In quei giorni Gesù venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, uscendo dall’acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere su di lui come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto».

Matteo (Mt 3, 13-17)

In quel tempo Gesù dalla Galilea andò al Giordano da Giovanni per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Io ho bisogno di essere battezzato da te e tu vieni da me?». Ma Gesù gli disse: «Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia». Allora Giovanni acconsentì. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: «Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto».

Luca (Lc 3,21-22)

Quando tutto il popolo fu battezzato e mentre Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo in apparenza corporea, come di colomba, e vi fu una voce dal cielo: «Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto».

Come si può notare, i tre sinottici concordano su molti particolari di questo episodio, che viene raccontato come una vera e propria “manifestazione” (epifania) di Gesù, cioè come riconoscimento della sua Divinità, del suo essere “Il Figlio prediletto” del Padre.

Nell’iconografia cristiana l’episodio del Battesimo di Gesù nel fiume Giordano ha ricevuto numerosissimi contributi e anche nei diversi film sulla vita di Gesù non si è mancato di rappresentare con una certa cura questa scena.

Battesimo di Gesù

Battesimo di Gesù Battesimo di Gesù Battesimo di GesùBattesimo di Gesù Battesimo di Gesù Battesimo di GesùBattesimo di Gesù Battesimo di Gesù Battesimo di Gesù Battesimo di Gesù