Questo sito contribuisce alla audience di

Multimedialità e tesina [presentazione su schermo - parte 1]

Introduzione alla presentazione interattiva su schermo.

Molti di noi, quando sentono parlare di tesina, si ricollegano subito all’immagine di un lavoro lungo e meticoloso, generalmente presentato in diverse pagine di scritto.

Tuttavia, questo non è l’unico aspetto sotto cui si può presentare una tesina d’esame. In alcuni istituti è stata proposta una via alternativa, a volte denominata “indice ragionato”.

Come abbiamo già avuto modo di parlarne in un articolo scritto tanto tempo fa (“L’orale e la tesina”, 22 giugno 2000), questo tipo di lavoro consiste in poche pagine di struttura (indice) degli argomenti trattati, il tutto eventualmente corredato con immagini e brevi didascalie: la tesina vera e propria è sviluppata solo nella mente dello studente, il quale utilizzerà questo indice come base per impostare il proprio discorso.

Tuttavia, la realizzazione di tale lavoro per iscritto non è la scelta ideale, principalmente per due motivazioni: la prima è che in sede d’esame molto difficilmente è consentito agli studenti di esporre la tesina leggendo un foglio, anche se contiene solo un indice; la seconda è che un simile foglio, se non presentato unitamente a diverse immagini e/o materiale di repertorio, diventa facilmente sinonimo di scarsa volontà.

Qual è quindi l’alternativa?

La risposta a questa domanda è molto semplice: la presentazione interattiva su schermo. Il lavoro che dovete realizzare è lo stesso del classico indice ragionato su carta, solo che non deve essere stampato (al limite è consentita una copia stampata da far pervenire alla commissione prima dell’esame, di modo che essa possa crearsi una prima impressione sul lavoro presentato).

Quali sono i vantaggi di questa soluzione?

Innanzitutto il principale vantaggio è la possibilità di realizzare un lavoro che maggiormente può fungere da valido supporto per il discorso, dal momento che ogni singola diapositiva (si chiamano così, anche se non sono delle diapositive vere e proprie) può contenere solo le informazioni che desideriamo siano presenti nel momento in cui ci troveremo a discutere sulla parte relativa. Durante l’esposizione dell’elaborato ci si avvale del supporto a video sia per dare un’idea immediata su quale è l’argomento che andremo a discutere, sia per mantenere una determinata sequenza e coerenza nella narrazione. Da quest’ultima affermazione possiamo facilmente dedurre che un altro dei vantaggi forniti da questa soluzione è una maggiore facilità di esposizione: non si corre il rischio di perdere il filo del proprio discorso o di dimenticare particolari importanti sui quali non si potrà più tornare indietro successivamente.

Come si realizza?
Sebbene sia possibile utilizzare lucidi o diapositive vere e proprie (da visualizzare poi tramite l’ausilio di un proiettore o di una lavagna luminosa), il metodo sicuramente più veloce ed efficace è l’implementazione su supporto digitale, vale a dire il computer. Uno dei programmi più famosi in questo campo è senz’altro Microsoft* PowerPoint, ma in commercio vi sono prodotti alternativi e altrettanto efficaci: sarà argomento del prossimo articolo. È possibile utilizzare anche programmi più sofisticati per realizzare lavori di qualità decisamente superiore, quali Macromedia* Flash o Director: ne parleremo in un prossimo articolo.

Attualmente, tutti (o quasi) gli istituti scolastici dispongono dell’adeguata attrezzatura per visualizzare queste presentazioni: è richiesto un computer non necessariamente potente, eventualmente dotato di PowerPoint o del programma che utilizzeremo noi (eventualmente, perché alcuni programmi consentono di creare un eseguibile che per essere visto su un altro computer non necessita della presenza del programma stesso). Nel peggiore dei casi sarà sempre possibile dotarsi di un portatile e presentarsi in sede d’esame con quello: non preoccupatevi, nessun insegnante sarà tanto meschino da impedirvene l’utilizzo una volta che voi abbiate precedentemente fatto presente la vostra volontà di realizzare una presentazione per PC…

* Tutti i marchi sono proprietà del rispettivo produttore

Ultimi interventi

Vedi tutti