Questo sito contribuisce alla audience di

Vita privata di un genio

Nel suo ultimo libro Melania Mazzucco, già vincitrice del premio Strega nel 2003, racconta la vera storia di Jacopo Tintoretto e dei suoi figli, ricca di notevoli complessità e sottigliezze psicologiche. Una grande saga famigliare, dunque, che mostra tutte le contraddizioni della Venezia rinascimentale, eternamente sospesa tra gloria e decadenza.

Fino a sei anni fa Melania Mazzucco, acclamata autrice di Vita e Un Giorno Perfetto, non sapeva praticamente nulla sul conto di Jacopo Robusti detto il Tintoretto, maestro della pittura veneta del Cinquecento. Ma l’incontro fortuito con la Presentazione di Maria al Tempio, grandiosa tela conservata nella chiesa della Madonna dell’Orto di Cannaregio, la spinse ad interessarsi quasi morbosamente alla vita di questo autentico genio rinascimentale, acerrimo rivale di Tiziano e padre infelice di ben nove figli. Il risultato finale di questa “magnifica ossessione” è la corposa biografia Jacomo Tintoretto & i suoi figli. Biografia di una famiglia veneziana, uscita da poche settimane in libreria per i tipi di Rizzoli.

Il libro è il seguito ideale del precedente La lunga attesa dell’angelo (2008), vincitore del premio Bagutta agli inizi di quest’anno, dove la scrittrice romana rievocava in modo romanzesco il complesso rapporto tra il pittore e la figlia illegittima Marietta, spirito ribelle ma completamente sottomesso ai desideri paterni. Il materiale raccolto a sostegno di tale ricostruzione era pero’ cosi’ vasto da suggerire alla Mazzucco la strada inedita del saggio biografico, volto a fare definitivamente luce sulla tumultuosa vita privata della famiglia Tintoretto, protagonista di un secolo di storia artistica e sociale veneziana. Ed ecco quindi apparire questa nuova fatica letteraria di oltre 1000 pagine, dotata di un curatissimo apparato bibliografico frutto di anni di ricerche originali in archivi, biblioteche e musei di tutta Italia.

Il racconto inizia con la nascita dell’artista nel 1518, in circostanze ancora oggi misteriose; non a caso lo stesso nome di battesimo di Tintoretto - riportato poco correttamente sulla copertina del libro - fu oggetto di controversia sin dai primi anni della sua attività professionale, venendo spesso distorto o frainteso nei documenti ufficiali. E sconosciuti rimangono anche i genitori del geniale pittore, le cui tracce sono definitivamente scomparse con il rogo degli archivi di San Polo alla fine del XVI secolo: si sa solo che il padre era probabilmente un tintore di origine bresciana, giunto in laguna grazie alla sua straordinaria abilità nell’uso del colore rosso, richiestissimo dal patriziato della Serenissima per arredi, quadri e costumi carnevaleschi.

A quanto pare Jacopo eredito’ brillantemente questa peculiarità paterna, trasformando le proprie opere in drammatiche espressioni della passione umana. Tuttavia il successo - ottenuto spesso con metodi scorretti - non riusci’ a proteggerlo da un’esistenza inquieta e turbolenta, segnata dalla durissima competizione con Tiziano e dai numerosi guai del figlio secondogenito Marco, oppiomane dedito alla peggiore dissolutezza. Lungo questo canovaccio principale, tratteggiato dalla Mazzucco con fine sensibilità, si staglia poi un’intera epoca storica, composta da una brulicante folla di avventurieri, ciarlatani, mercanti e prostitute che resero grande Venezia con le loro imprese, gettandola pero’ allo stesso tempo nel caos e nella disperazione.

Pittore della Controriforma, Tintoretto comprese perfettamente i dubbi e le tensioni della città, riproducendole attraverso le forti tonalità cromatiche dei suoi quadri. Una triste consapevolezza che si puo’ osservare anche nell’ultimo autoritratto ufficiale dell’artista, datato 1594 e conservato al Louvre di Parigi, dove il vecchio maestro appare stanco, sfibrato, consumato dalle controversie e dalle battaglie di un lungo “secolo breve”. Quasi un presagio del lento tramonto di Venezia e del Rinascimento, in procinto di essere entrambi spodestati dalla nuova vitalità dirompente dell’età barocca.

Melania G. Mazzucco, Jacomo Tintoretto & i suoi figli. Biografia di una famiglia veneziana, Milano, Rizzoli 2009, pp. 1022, 42 Euro.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti