Questo sito contribuisce alla audience di

Magnifico "doc"

La tv pubblica giapponese ha recentemente dedicato uno special ai centocinquant'anni dell'Unità italiana, con vari spezzoni incentrati su altri periodi della nostra storia nazionale. Protagonista del documentario anche Lorenzo il Magnifico, interpretato efficacemente da Luigi Cappelli, attore di Sesto Fiorentino.

In occasione dei centocinquant’anni dell’Unità d’Italia, la NHK - principale network pubblico giapponese - ha realizzato uno special dedicato alla storia del nostro paese, dando spazio anche a periodi precedenti quello risorgimentale. Tra i protagonisti del documentario è finito quindi Lorenzo il Magnifico, autentico simbolo del Rinascimento italiano agli occhi dei produttori nipponici. E per rendere più realistica la messinscena questi ultimi hanno scelto un attore toscano “doc” per il ruolo del celebre signore fiorentino, amico di Botticelli e patrono di tanti altri artisti nell’Italia del XV secolo: si tratta di Luigi Cappelli, residente a Sesto Fiorentino e membro della compagnia “Ogni tanto s’appare” di Lerca, specializzata in commedie vernacolari.

Contattato dall’agenzia romana Link Japan, incaricata del casting italiano del documentario, Cappelli si è detto onorato di tale prestigioso incarico ed ha recitato brevemente il proprio ruolo nelle stanze dell’Hotel Tornabuoni Beacci di Firenze, giudicate perfettamente consone al particolare gusto della nobiltà tardoquattrocentesca. Le riprese sono infatti durate solo quattro ore, illuminate naturalmente da candele e finestre: Cappelli e gli altri membri del cast non hanno pronunciato alcuna battuta, cercando di rendere la complessa psicologia dei loro personaggi attraverso gesti e movenze fisiche. Un compito non troppo difficile per chi è abituato a calcare le scene da ben dieci anni, recitando in stretto vernacolo fiorentino.

Lo special è andato in onda in Giappone alcuni giorni fa ed ora i membri della troupe italiana sono in trepida attesa dei DVD promessi dalla produzione, così da potersi rivedere insieme a parenti e amici. Inutile dire che anche Cappelli guarda con interesse a tale occasione, magari da vivere insieme ai colleghi della compagnia di Lerca, con cui ha già vinto svariati premi teatrali nel 2004 e nel 2006.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti