Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Il tredicesimo testimone

    Un'originale mostra a Vigevano esplora i misteri del Cenacolo leonardesco di Santa Maria delle Grazie, tramite un uso intrigante delle nuove tecnologie digitali. E' la conferma del legame speciale tra Da Vinci e la città lombarda, teatro di alcuni suoi studi idraulici nel tardo Quattrocento.

  • Natale all'Ambrosiana

    Rassegna festiva davvero ricca per la prestigiosa biblioteca milanese: in mostra pagine del Codice Atlantico di Leonardo ed un inedito crocifisso in legno di Michelangelo.

  • Un "Musico" al Campidoglio

    Uno dei più celebri ritratti di Leonardo arriva ai Musei Capitolini, ospite dei festeggiamenti per il centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia. Breve profilo di un'opera singolare, capace di influenzare persino il genio ribelle di Michelangelo Merisi un secolo più tardi.

  • Frammento d'autore

    La biblioteca di Nantes riscopre in catalogo un breve scritto di Leonardo Da Vinci, precedentemente ignorato dai propri archivisti. Spetterà ora ad una perizia calligrafica stabilire l'autenticità o meno del prezioso documento.

  • L'Ultima Cena di Peter Greenaway

    A New York il celebre regista inglese mette in scena una ricostruzione multimediale del capolavoro di Leonardo Da Vinci, con luci, suoni e illusioni sceniche. Davvero un modo originale di vedere una delle più importanti opere del Rinascimento italiano.

  • Battaglie toscane

    Un nuovo libro del giornalista Mauro Bonciani esplora i principali eventi bellici della storia toscana, dalle invasioni barbariche alla liberazione di Firenze durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma nella vivace raccolta spicca soprattutto la celeberrima battaglia di Anghiari (29 giugno 1440), immortalata da Leonardo negli affreschi perduti di Palazzo Vecchio.

  • I "lottatori" di Michelangelo

    I Musei Capitolini di Roma ospitano uno dei bozzetti più intriganti del Buonarroti, ricomposto integralmente solo nel 1926. Ma chi sono i combattivi protagonisti di tale capolavoro, rimasto quasi nascosto a Firenze per oltre ottant'anni? E qual'era la sua funzione originaria?

  • I grandi bronzi di Giovanfrancesco Rustici

    Una spettacolare mostra al Museo Nazionale del Bargello celebra le eleganti statue bronzee del Battistero fiorentino, progettate e realizzate nel corso del Quattrocento dai migliori talenti rinascimentali (Ghiberti, Donatello, Michelozzo). Protagonista assoluto della rassegna resta però Giovanfrancesco Rustici (1475-1554), brillante e sottovalutato allievo di Leonardo Da Vinci.

  • Le sfumature della Gioconda

    Grazie a sofisticati apparecchi tecnologici un'équipe scientifica ha analizzato le particolari sostanze cromatiche usate da Leonardo per dipingere il suo più celebre capolavoro. E i risultati dell'indagine - pubblicati subito da un giornale scientifico internazionale - promettono di risolvere alcuni misteri della spettacolare tecnica vinciana, assolutamente inimitabile nel corso dei secoli successivi.

  • La Vergine delle Rocce

    Una delle più curiose ed eleganti opere leonardesche, conservata in duplice copia al Louvre parigino e alla National Gallery di Londra.