Questo sito contribuisce alla audience di

Sariddu e Figli, Palermo, Mondello

Mi sono fermato, data la sua notorietà, da Sariddu

Da Sariddu e Figli
Piazza Mondello 48
90151 Palermo
tel 091 451922

Quando sono sceso dall’aereo a Palermo il primo impatto è stato il soffocante ambiente creato dallo scirocco. Protetto dall’aria condizionata dell’auto sono arrivato a Mondello.
Piacevole golfo con ampie spiagge attrezzate. I bagnanti raccolgono ormai i loro asciugamani e si avviano verso gli accoglienti locali della zona.
Mi sono fermato, data la sua notorietà da Sariddu.
Mi hanno guidato ad un tavolo preparato sulla terrazza antistante piazza Mondello, dove ho potuto gustare i profumi del mare attraverso i ricci che vengono curati e preparati per i condimenti su di un ripiano di granito posto all’ingresso del locale, vicino all’acquario dove camminano un nutrito  numero di aragoste.
La spiacevole sensazione provata all’arrivo è stata completamente modificata dalla brezza del mare, dall’ambiente accogliente e dal gustoso Bianco d’Alcamo delle Cantine di Corleone, servito come aperitivo.
Vicè, il cameriere,  mi propone una serie di antipasti, tra cui: un misto mare, polipi, surimi, cozze al vapore, polpette di sarde e pesce spada ed una frittura di piccolissimi calamari.
Il primo: spaghetti con i ricci serviti con Chardonnay di Sicilia, Cantina Pollara di Corleone, di colore giallo paglierino, con riflessi verdolini, dal profumo intenso: vino complesso con sentori di frutta, sapore raffinato e armonico, di buona persistenza con una nota predominante di albicocca. Lo stesso vino ha accompagnato anche il dentice cotto alla brace.
Un babà al rum servito con un passito di zibibbo sempre della stessa Cantina.