Questo sito contribuisce alla audience di

Az Agricola Cantrina Bedizzole Brescia

Il Garda con Cantrina sul podio dei migliori Merlot d'Italia

Viene dalla Lombardia, e per la precisione dalla sponda bresciana del Lago di Garda, uno dei quattro più grandi Merlot in purezza prodotti in Italia. Questo il sorprendente verdetto della terza edizione del concorso nazionale “Merlot d’Italia”, che lo scorso fine settimana ha tenuto banco in quel di Aldeno, in provincia di Trento, con la collaborazione dell’Associazione Città del Vino e del prestigioso Istituto Agrario di San Michele all’Adige: a salire sul podio, insieme ad altre tre aziende provenienti da aree vocate decisamente più blasonate di quella gardesana, è stata l’Azienda Agricola Cantrina, piccola realtà produttiva attiva nel comune di Bedizzole, in provincia di Brescia e alle porte di quella Valtenesi le cui colline costituiscono il cuore produttivo della “doc” Garda Classico. La cantina di Cristina Inganni, donna del vino, personaggio emergente e sempre più in vista della vitivinicoltura lombarda e bresciana, ha trionfato ad Aldeno in una delle quattro categorie in cui è suddiviso il concorso: quella dei Merlot “Igt” di annate precedenti al 2003/2004. A conquistare la giuria del premio, che ha valutato un centinaio di etichette, è stato l’Igt Merlot “Nepomuceno” 2001, uno dei gioielli firmati Cantrina: un vino di grande ambizione e struttura, Merlot in purezza da vigneti con rese non superiori ai 40 ettolitri ad ettaro, affinato in barrique e tonneaux per almeno 24 mesi. 

“E’ un riconoscimento che premia i nostri sforzi e la volontà di seguire senza tentennamenti l’ideale di una viticoltura passionale e rigorosa - afferma Cristina Inganni-. Da sempre per noi il concetto di qualità è legato a doppio filo a quelli di longevità e valorizzazione delle potenzialità del territorio: risultati come questi confermano che abbiamo scelto la strada giusta”.

LA CARTA D’IDENTITA’ DI CANTRINA
Fondata nel 1990 da Dario Dattoli, noto ristoratore bresciano e vignaiolo per passione, l’azienda è stata caratterizzata fin dall’inizio da una certa refrattarietà a seguire gli indirizzi produttivi tipici della zona. Con la prematura scomparsa del proprietario, avvenuta nel 1998, la moglie Cristina Inganni, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, una carriera avviata come scenografa e nel mondo della decorazione d’interni, ha deciso di continuare l’avventura enologica del marito. L’incontro tra Cristina e Diego Lavo, perito agrario, profondo conoscitore del mondo vitivinicolo e delle peculiarità territoriali della zona, oltre a sfociare in un nuovo matrimonio nel 2000,  capitolo che consente di rafforzare le ipotesi di crescita dell’azienda. Grazie alla consulenza del team enologico Zymè, guidato da Celestino Gaspari, Cantrina diventa un polo di sperimentazione sulle potenzialità dei propri terreni e dei propri vigneti. Quest’anno è stata inaugurata la nuova cantina interrata, che consentirà all’azienda di poter raggiungere gradualmente il potenziale produttivo massimo consentito dai 6 ettari di vigneto di proprietà, stimato in non più di 35 mila bottiglie.

AZIENDA AGRICOLA CANTRINA Via Colombera, 7 - Cantrina - 25081 Bedizzole (Bs) - Italy
Tel. +39 030 6871052 - Fax +39 030 6876826

http://www.cantrina.it

info@cantrina.it