Questo sito contribuisce alla audience di

Garda Classico Chiaretto

Un procedimento molto breve e delicato, sul quale tradizionalmente, nelle cantine del Garda Classico, cantinieri e produttori vegliano per una notte intera onde catturare l'"attimo fuggente".

Il particolare procedimento produttivo di questo vino, partendo dallo stesso uvaggio di base del Garda Classico Rosso (Groppello, Sangiovese, Marzemino e Barbera), prevede un breve contatto del mosto in fermentazione con le bucce, con successiva e immediata separazione.

Un procedimento molto breve e delicato, sul quale tradizionalmente, nelle cantine del Garda Classico, cantinieri e produttori vegliano per una notte intera onde catturare l’”attimo fuggente”.

Delicato in ogni suo aspetto: dal colore rosa con riflessi violetti, dal gradevole bouquet primaverile, di grande aromaticità floreale, e dal sapore morbido, deciso, sapido, quasi salato con note che riportano alla mente la mandorla.
Abbinamenti: Sul territorio trova il suo accostamento ideale con il pesce di lago, ma è dotato di grande versatilità e i gourmand lo considerano ormai come vino ideale da tutto pasto, a partire dagli antipasti per passare ai primi (particolarmente quelli con base pomodoro) per finire con grigliate e piatti di carni bianche.
Servizio: Da gustare preferibilmente entro l’anno successivo alla produzione in tulipano medio, fresco intorno ai 12°-13° C.