Questo sito contribuisce alla audience di

Strada del Custoza

I vitigni coltivati nella zona del Bianco di Custoza sono: la Garganega, il Trebbiano toscano, il Trebbianello, la Bianca Fernanda, la Malvasia toscana, il Riesling italico, il Sauvignon, il Pinot bianco e lo Chardonnay.

Il Bianco di Custoza è un vino che riflette, nel suo colore giallo paglierino, venature verdognolo-dorate, molto attraenti. Il profumo vinoso, accentuato, spesso sfuma in un piacevole aroma, e preannuncia il sapore secco-gentile, morbido, ben equilibrato dalla franca sapidità e dal retrogusto lievemente amarognolo. L’abbinamento gastronomico è molto vasto, si accompagna bene a molti piatti ed in tutte le occasioni, a tavola e fuori pasto, inoltre, grazie al suo sapore lievemente aromatico e fruttato, può essere ideale anche come vino da dessert.
I vitigni coltivati nella zona del Bianco di Custoza sono: la Garganega, il Trebbiano toscano, il Trebbianello, la Bianca Fernanda, la Malvasia toscana, il Riesling italico, il Sauvignon, il Pinot bianco e lo Chardonnay.
Sui colli morenici a sud del Garda non mancano altri vitigni a frutto bianco: il Trebbiano di Soave, il Muller Thurgau, i Moscati bianco e giallo.
Inoltre visto che la zona del Bianco di Custoza si sovrappone per buona parte a quella del Bardolino, non mancano i vitigni a frutto rosso: Corvina, Rondinella, Molinara e Negrara.
Prodotti tipici
Nella zona alla base delle colline moreniche che va da Valeggio a Sommacampagna e nell’alta pianura che va da Villafranca a Bussolengo il prodotto per eccellenza è la pesca . La comparsa della pesca sul territorio risale all’inizio del ‘900 quando una rete di canali portò l’acqua dell’Adige ad irrigare le ghiaiose campagne ad ovest di Verona. Un altro frutto che all’origine era considerato esotico e che attualmente si coltiva molto nella zona da Peschiera fino alla linea dei fontanili è il kiwi.
Nella stagione invernale molto buoni sono i broccoletti di Custoza, conditi con un filo di olio di oliva del Garda.
E’ una verdura rara e preziosa che cresce sui terreni aridi e sassosi. A Custoza si comincia a raccogliere i broccoli verso sant’Antonio Abate. Nella zona di Custoza i broccoli sono un mito, come il Bianco e il Risorgimento.
Broccoli e ovi duri e brocoli e salame, due piatti molto semplici ma gustosi.
LE OLIVE
Un prodotto molto pregiato in questa zona è l’olio extravergine di oliva. La zona vicino al lago di garda, grazie ad un clima mite e favorevole e alla particolare composizione del terreno, rappresenta l’habitat ideale per la coltura degli olivi, dai quali si ottiene un olio di altissima qualità, apprezzato moltissimo nel consumo da crudo e caratterizzato da un’elevata resistenza alle alte temperature.

Qualità che consente una migliore digeribilità in tutte le forme di cottura. L’estrazione dell’olio viene fatta con impianti tradizionali o continui.
L’olio ottenuto ha un colore che può variare dal verde oro al giallo, ha un odore fruttato e un sapore pure fruttato con una leggera sensazione di amaro con retrogusto muschiato. L’acidità massima totale non supera mai lo 0,6%.

CUSTOZA Frazione di Sommacampagna, è un paese ricco di memorie risorgimentali. Qui furono combattute due battaglie, ne troviamo testimonianza nei monumenti: la cascina del Tamburino Sardo, il monumento ai granatieri della Brigata Sardegna, il monumento alla Cavalchina.
Molto bella è la seicentesca villa Pignatti Morano , già dimora dei conti Ottolini, al cui fianco si trova la casa del fattore, curioso edificio seicentesco con torre colombara. La villa presenta due facciate: una verso il paese, con stemma frontale in bronzo degli Ottolini, e una verso Villafranca, con stemma marmoreo dei Pignatti Morano.
http://www.stradadelcustoza.com
colombo3000@colombo3000.com

Argomenti