Questo sito contribuisce alla audience di

Allan vuole diventare cuoco

Allan Bay è un amico che presenta i ristoranti milanesi sulle pagine di ViviMilano, l’inserto cittadino del Corriere della Sera, e cura una rubrica di ricette e ristoranti sul settimanale Il Diario.

Soprattutto, Allan è l’autore presso Feltrinelli di un ricettario che un anno fa si è fatto largo nella hit-parade dei libri più venduti. È successo con Cuochi si diventa, un successo che Bay ora riassapora con Cuochi si diventa 2.
Come il primo, vi ritroviamo ricette su ricette, cinquecento “nuove, ghiotte, fantastiche. Un nuovo capitolo di buona cucina, di sapori, di invenzioni, di scrittura brillante”. L’autore nel prologo ricorda un passaggio del Libro della Sapienza dove è scritto “venite dunque, godiamo dei beni presenti / e usiamo del meglio che esiste per la nostra gioia / riempiamoci di vino squisito e di profumi / nessun fiore primaverile ci sfugga / incoroniamoci di rose fresche prima che appassiscano / nessuno di noi manchi alla nostra festa / ovunque lasciamo segni della nostra allegria / perché questo è il solo nostro destino”. Il solo perché “noi siamo figli del caso e dopo saremo come se non fossimo mai esistiti”.
Resta da stabilire se cuochi si nasce o si diventa. Non ho dubbi sul fatto che signori si diventa, cuochi non lo so. Dipende da che livello: si può diventare, grazie anche ai consigli di Allan, bravi anche ottimi cuochi di casa e amicizia tra quattro mura domestiche, dei professionisti no. Bisogna avere dentro un talento innato che tocca poi a noi educare. E se uno si scopre cuoco a una certa età, è solo perché prima non ci aveva pensato.
http://www.identitagolose.it