Questo sito contribuisce alla audience di

In degustazione all’Enoteca “La Botte”

Il Gusto del Sirena d’Oro

A Casagiove (Ce) degustazione degli oli vincitori del Premio Sirena d’Oro di Sorrento presso l’enoteca “La Botte”. A concludere la serata una cena degustazione di piatti tipici abbinati agli oli Dop della Campania a cura di Enzo Ricciardi e dello Chef Ludovico d’Urso

Extravergine Dop protagonista a Caserta. Sabato 28 aprile, infatti, a Casagiove in provincia di Caserta, ultimo appuntamento del Mese dell’Olio Dop in Campania, manifestazione cornice della V edizione del Premio Sirena d’Oro di Sorrento, unico concorso nazionale dedicato all’olio Dop, promosso dall’Assessorato all’Agricoltura e a alle Attività produttive della Regione Campania e dalla Città di Sorrento in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città dell’Olio, Oleum e Federdop.
Dopo un duro e leale confronto che ha visto la partecipazione di circa 180 aziende, rappresentative di quasi tutte le Dop riconosciute, sono stati incoronati gli oli extravergine di oliva vincitori del Premio Sirena d’Oro che, dopo l’affollata presentazione al Vinitaly-Sol di Verona, tornano in una serata di grande fascino.
A partire dalle 17 di sabato 28 aprile presso l’enoteca “La Botte” di Casagiove (Ce), Pasquale di Lena e Marco Oreggia condurranno gli ospiti in un lungo viaggio che attraverso sentori di pomodoro e di rosmarino, di carciofo o di agrumi, raggiungerà terre lontane percorrendo tutta l’Italia del Dop.
A fare gli onori di casa saranno per la categoria fruttato leggero la Dop Bruzio Colline Ioniche Presidiane delle Fattorie Greco s.r.l di cariati Marina (Cs) , la Dop Terre di Siena dell’azienda agricola Carraia di Bardi Franco di Trequanda (Si) per la categoria fruttato medio e la Dop Monti Iblei Gulfi dell’azienda Rollo Giorgio di Ragusa per la categoria di fruttato intenso.
A fare compagnia agli oli stellati saranno le Dop Penisola Sorrentina, Cilento e Colline Salernitane che hanno partecipato al concorso e si sono aggiudicate le menzioni di merito.
A concludere la serata ci penserà il vicepresidente nazionale dell’Ais Enzo Ricciardi e lo Chef Ludovico d’Urso che presenteranno una cena degustazione di piatti tipici abbinati agli oli Dop stellati.
Chef di partita dal 1978 presso il Grand Hotel Cesare Augusto di Sorrento dal 1979 e chef di cucina in alcune delle cucine più rinomate della Campania come Eden Bleu a Vico Equense e l’Hotel Il Saraceno di Amalfi, Ludovico d’Urso è vicepresidente dell’Associazione Cuochi di Sorrento, membro dei Discepoli D’Auguste Escoffier oltre ad essere stato insignito del collegio cocorum si è aggiudicato cinque stelle al Premio Internazionale dell’ospitalità e della ristorazione.
“Con la degustazione alla Botte, una delle enoteche cult dell’enogastronomia italiana, ci avviciniamo alla conclusione del Mese dell’Olio DOP in Campania, che fa da cornice al concorso Sirena d’Oro di Sorrento.
E’, pertanto, possibile delineare un primo bilancio che non può che essere positivo sia per l’ampia partecipazione dei cittadini che per l’attenzione che gli organi di informazione hanno riservato a tutte le iniziative realizzate, - dice Michele Manzo funzionario SeSirca della Regione Campania – l’appuntamento di sabato, che rappresenta un’occasione da non perdere in quanto saranno serviti oli di straordinaria qualità che hanno vinto la V edizione del Premio Sirena d’Oro, costituisce un altro passo verso il raggiungimento dell’obiettivo primario dell’intera manifestazione: avvicinare i consumatori all’olio DOP, sia attraverso la degustazione sia attraverso un approfondimento della conoscenza degli straordinari pregi salutistici e gastronomici degli oli di qualità”.