Questo sito contribuisce alla audience di

“Frutti Antichi”

I prodotti biologici del passato al Castello di Paderna (PC)

La tradizione rivive sabato 4 e domenica 5 ottobre 2008
Con la XIII edizione della manifestazione

Al Castello di Paderna (PC), uno dei gioielli dell’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, la natura è protagonista di una mostra che, arrivata ormai alla tredicesima edizione, coinvolge in un avvincente viaggio alla scoperta di frammenti di natura, a rischio di estinzione, che testimoniano la ricchezza delle varietà delle essenze autoctone italiane. Sabato 4 e domenica 5 ottobre 2008 ritorna “Frutti Antichi”! Iniziata con la riscoperta delle particolarità locali, la ricerca si è in seguito estesa a tutte le regioni, puntando l’attenzione sui presidi slow food, sulle vecchie varietà di fagioli, sulla patata quarantina e le zucche oltre che sui vitigni autoctoni del piacentino. Tuttavia “Frutti Antichi” è principalmente la “mostra delle mele”, sempre più ricco è il settore ad esse dedicato, con le antiche varietà autoctone delle valli piacentine del Trebbia e del Tidone, l’Associazione Spadona di Ronzone, l’Associazione Mela Annurca di Moiano, le mele antiche del Piemonte, ed inoltre produttori cremonesi e mantovani che arricchiscono ulteriormente la scelta di varietà quasi scomparse. L’Associazione Civiltà Contadina invece organizza un’area scambio di semi e marze per favorire la conoscenza e la diffusione delle tipicità locali e non mancheranno conversazioni di esperti sia presso gli stand che nell’area dedicata. Il parco è quasi completamente destinato ai florovivaisti, fra i migliori produttori italiani, con infinite varietà di piante e fiori ed inoltre collezioni di rose, bulbi, erbacee perenni, clematidi, ortensie ed aromatiche. Novità di questa edizione è la presenza del SOI di Sanremo - Unità di ricerca per la floricoltura e le specie ornamentali, con una selezione di piante mediterranee. Ma “Frutti Antichi” non è solo una mostra “scientifica”, è soprattutto una grande festa dove si possono incontrare artigiani con tessuti, cesti, creazioni uniche in vetro, pietra o cuoio; dove colori e profumi si uniscono alle risate dei bambini impegnati in istruttivi ma divertenti laboratori. Nell’incanto del Castello di Paderna, con i suoi cortili porticati, le torri ed il fossato popolato da pesci ed anatre, è possibile passare un’intera giornata con tutta la famiglia passeggiando fra gli stand e gustando le specialità preparate nei punti di ristoro allestiti nei fienili e nel parco. La manifestazione è promossa dal Comitato FAI di Piacenza, e da Cristina e Pierluigi Pettorelli del Castello di Paderna ed è come sempre patrocinata dalla Regione Emilia Romagna, dall’Amministrazione Provinciale di Piacenza, dal Comune di Pontenure e dall’Associaizone dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.
La manifestazione è finalizzata dal FAI ad una raccolta fondi, per cui l’incasso sarà destinato al restauro di Villa Necchi Campiglio a Milano.
Info utili:
orario 9-18
biglietto 6 euro intero
4 euro ridotto (da 13 a 16 anni e oltre i 65 anni; aderenti al Fai; possessori Card
dei Castelli del Ducato; gruppi oltre le 15 persone; convenzioni)
gratuito fino a 12 anni
E’ previsto un servizio di caffetteria e panini nel parco e un servizio di ristorazione nei fienili
COME ARRIVARE:
Dall’Autostrada A1 e A21, uscita Piacenza Sud
A 5 km verso Parma, il paese di Pontenure
A 3 km seguendo le frecce per il Castello di Paderna

Per informazioni:
Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto
Tel. 0521.829055/823221 – Fax: 0521.823246
Sito web: www.castellidelducato.it E-mail: info@castellidelducato.it

Argomenti