Questo sito contribuisce alla audience di

Campania e Veneto si incontrano a tavola

Il Bardolino accompagna le stelle Michelin della ristorazione del Veneto

Il confronto fra gli chef veneti e campani va in scena venerdì 5 dicembre a Sorrento nell’ambito della Giornate gastronomiche sorrentine, uno degli appuntamenti più prestigiosi del settore in Italia. I piatti veneti si sposano con il Bardolino e il Chiaretto.

Sarà il Bardolino, sia nella versione “classica” rossa che in quella rosata, ad accompagnare, venerdì 5 dicembre, gli chef stella Michelin del Veneto nel confronto con i colleghi stellati della Campania nella cena di gala in programma a Sorrento nell’ambito delle Giornate gastronomiche sorrentine, uno degli appuntamenti più importanti del settore a livello nazionale.
A rappresentare la cucina veneta nella sfida ai fornelli con i cuochi campani sono stati invitati Leandro Luppi del ristorante Vecchia Malcesine di Malcesine, sul lago di Garda, Isidoro Consolini del ristorante Al Caval di Torri del Benaco, sempre sul Garda, e Stefano Pace del ristorante La Terrazza di Montecchia di Crosara: proporranno rispettivamente il “tonno“ del lago di Garda (in realtà una carpa lacustre) con misticanza e uova sode, i ravioli ripieni all’extravergine Garda dop con baccalà sfogliato e salsa di aglio orsino del Monte Baldo e “il piatto della domenica”: bollito misto con pearà e salsa verde, radicchio rosso in carpione con sopressa vicentina e crakers di polenta. E per accompagnare i loro piatti i cuochi del dream team del Veneto hanno scelto tre diverse versioni della doc del Bardolino: nell’ordine, il Bardolino Chiaretto Spumante di Villabella per l’antipasto, il Bardolino Chiaretto dell’azienda agricola Ronca per il primo piatto e il Bardolino dell’azienda agricola Le Fraghe di Matilde Poggi per il secondo.
Nel big-match gastronomico di Sorrento (ma “più che una sfida - dicono gli organizzatori - sarà un vero e proprio gemellaggio e un viaggio evocativo in luoghi e nuove tendenze”) la regione ospitante schiera Christoph Bob del ristorante Relais Blu di Termini, a Massa Lubrense, Stefano Mazzone del Quisi, il ristorante del Grand Hotel Quisisana di Capri, e Giuseppe Guida del ristorante Nonna Rosa di Vico Equense. In tavola in questo caso, ovviamente, vini campani.
Disfida ai massimi livelli della qualità anche al momento del dessert: il Veneto si affida a Luigi Biasetto, campione del mondo di pasticceria, di Padova, mentre la Campania è rappresentata da Salvatore De Riso, dell’Accademia Nazionale dei Maestri Pasticceri, di Minori.
La cena-evento dal titolo “Campania&Veneto si incontrano a tavola, stelle dell’enogastronomia a confronto” si svolge presso l’hotel Excelsior Vittoria di Sorrento (il cui chef Vincenzo Galano è il direttore tecnico della manifestazione, mentre la direzione artistica è affidata ad un altro stellato della guida rossa Michelin, Giuseppe Aversa, patron del ristorante Il Buco di Sorrento) e rappresenta uno dei momenti clou delle “Giornate” sorrentine, nate cinque anni fa per volere di Stefano Massa, amministratore delegato dell’azienda Villa Massa, produttrice di spicco di limoncello, con la finalità di fare di Sorrento un crocevia internazionale per il turismo enogastronomico. A condurre gli appuntamenti di rilievo della rassegna sono stati chiamati Bruno Gambacorta e Veronica Maya, volti noti della televisione nazionale. Nomi di punta anche per la consegna del premio Villa Massa: i vincitori del 2008 sono Eyvind Hellstrøm, del ristorante Bagatelle di Oslo, Heinz Beck del ristorante La Pergola Rome Cavalieri di Roma, Davide Scabin del ristorante Combal.Zero di Torino e il salernitano Salvatore De Riso. A Beck sarà anche consegnato il Premio Platinum della Ferrarelle.

Consorzio Tutela Vino Bardolino doc
Si incontrano a tavola

Si incontrano a tavola
Si incontrano a tavolaSi incontrano a tavola