Questo sito contribuisce alla audience di

Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno (Varese)

La Villa dei fiori e dei sapori


Le Giornate delle Camelie
Sabato 21 e domenica 22 marzo 2009 la splendida Villa Della Porta Bozzolo, a Casalzuigno (Va), ospiterà per il diciottesimo anno consecutivo “Le Giornate delle Camelie”, manifestazione promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano che raduna amatori, vivaisti e collezionisti di questo affascinante fiore e che soddisfa, per la sua completezza scientifica, tanto gli esperti botanici quanto l’ormai affezionato pubblico.

Nelle settecentesche sale della villa, verranno esposte, in collaborazione con l’Associazione Produttori Florovivaisti della Provincia di Varese, la Società Italiana della Camelia e il vivaio Floricoltura Lago Maggiore, numerose varietà di camelie recise - tutte classificate secondo la specie, la varietà, la forma e il colore - e alcune appartenenti a collezioni ottocentesche, mentre nel “giardino segreto” della villa verranno esposte e messe in vendita piante di camelie di diverse qualità. Vi saranno camelie di grandi dimensioni (fino a 2 metri di altezza) per parchi e giardini e si potranno acquistare anche piante a fioritura scalare, tali da poter realizzare un giardino di camelie sempre fiorito.
Di grande suggestione sarà anche “Il viale di camelie ad albero” che verrà creato appositamente per questo evento dall’Azienda Agricola Brianza nel Giardino Segreto della Villa, alternando ai ventidue tigli del viale alberato camelie conformate ad albero.

Appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati: sabato 21 marzo, alle ore 15.30, Piero Hillebrand - noto vivaista e studioso di camelie – e il fotografo Gian Battista Bertolazzi parleranno del loro volume Antiche camelie del Lago Maggiore (Alberti libraio editore, 2003) e soprattutto ne presenteranno in anteprima assoluta la seconda parte, che descrive 160 nuove varietà di camelie e la cui distribuzione inizierà a partire dal settembre 2009. Verrà proiettato un filmato di 45 minuti circa incentrato su alcune di queste nuove varietà di camelie e sui più bei parchi del Lago Maggiore; a seguire l’interessante conversazione con Hillebrand - che parlerà di camelie in modo “scientifico” - e Bertolazzi – che darà consigli su come effettuare splendide fotografie naturalistiche.

Per i bambini: sabato pomeriggio e per tutta la domenica verranno organizzati dei laboratori ludico-didattici dal titolo “La semina del seme”. Tutti i bambini potranno tornare a casa con il loro fiore da far crescere!

Inoltre, in occasione de “Le Giornate delle Camelie” la nuova gestione della Locanda del Baco da Seta – affidata a Sofia Gallesi – proporrà uno speciale menù all’insegna dei sapori tipici della zona, comprensivo di lasagne al forno, polenta e salsicce in umido oppure spezzatino, dolce di Varese al miele e acqua al costo di 20 € a persona.
Si consiglia la prenotazione al numero 0332/624318.

A Villa Bozzolo - fino al 5 aprile 2009 - sarà anche possibile visitare “Fiori*Colori=Tessuti”, originalissima mostra di abiti e tessuti in cui i colori dei giardini di primavera incontrano stoffe d’altri tempi con risultati di sorprendente modernità. L’esposizione, a cura di Ettore Cerini, è organizzata dal FAI in collaborazione con il Centro Comune di Ricerca di Ispra (VA) in occasione del Semestre Ceco di Presidenza dell’Unione Europea.

Dopo “Le Giornate delle Camelie” prossimo appuntamento dedicato ai fiori e ai colori della primavera sarà la XXIII edizione di “Torba Fiori” domenica 5 aprile al Monastero di Torba a Gornate Olona (VA).

Ingresso: Adulti € 6,00; Bambini (4-12 anni) € 3,00; Iscritti FAI € 1,00
Orario: dalle 10 alle 18
Per informazioni: FAI - Villa Della Porta Bozzolo, Casalzuigno (VA), tel. 0332/624136

Per maggiori informazioni sul FAI consultare il sito www.fondoambiente.it

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • ciap

    30 Mar 2009 - 11:54 - #1
    0 punti
    Up Down

    ciao

  • ciap

    30 Mar 2009 - 11:55 - #2
    0 punti
    Up Down

    cccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccccc