Questo sito contribuisce alla audience di

Mai senza telefonino!

Mentre in Italia c’è il record dei telefonini, in Francia e in Inghilterra cercano di liberarsene.

Fino a dieci anni fa possedere un telefonino era un lusso, i costi erano molto elevati e a possederlo era soltanto chi ne aveva, in effetti, necessità. Altra storia oggi.

Il cellulare non è più un lusso, i prezzi si sono notevolmente ridotti e l’età media di chi ce l’ha si è abbassata.

I telefonini in Italia sono 40 milioni e nel 2004 arriveranno a 50 milioni, quasi uno a testa. C’è, infatti, chi ne possiede più di uno e tra gli adolescenti è diventato l’oggetto più ambito.

Se non hai il telefonino non puoi chiamare nessuno (come se il telefono fisso fosse diventato inutile!), non puoi essere informato su tutte le novità 24 ore su 24, ma soprattutto non puoi mandare gli squilli o, ancora peggio, gli SMS agli amici.

Se non ce l’hai non puoi fare tutte queste cose e quindi non esisti! E poiché, in un’epoca in cui comunicare è un must, non si può rischiare di restare “isolati” e ci si fa sommergere da squilli e trilli di ogni genere.

In qualunque locale pubblico si entri è immancabile il trillare dei cellulari, per non parlare delle spiagge in estate. Le colonne sonore delle nostre giornate in spiaggia non sono più le canzoni della radio, ma le suonerie dei cellulari e le tipiche frasi da conversazione con telefonino: “Dove sei?” oppure “No, non ti sento, c’è poco campo”.

Ma la scena più divertente che vidi fu qualche anno fa, quando un tizio uscì dal mare con il cellulare all’orecchio…forse stava parlando con Ariel, la Sirenetta!

Le categorie della guida

Link correlati