Questo sito contribuisce alla audience di

Sulle tracce di Dracula

Il mito di Dracula si è tramandato nei secoli e chi va in Romania ne va sempre alla ricerca…

Questa settimana voglio condurvi in un viaggio. Un viaggio alla ricerca di un’atmosfera da brivido, un viaggio nella Transilvania gotica, sulle tracce del conte Dracula.

Figura immaginaria che si è ispirata alla figura storica di Vlad detto Tepès (l’Impalatore), signore di Valacchia dal 1456. La storia del vampiro Dracula è arrivata in Occidente grazie al romanzo di Bram Stoker alla fine del 1800 e, da allora, la sua fama si è diffusa in tutto il mondo, la sua figura ha ispirato 200 film.

Il suo personaggio ha spaventato e sedotto intere generazioni, basta pensare all’impareggiabile Dracula di Francis Ford Coppola, che viaggia nei secoli alla ricerca della sua adorata Mina.

La Romania, terra natale del conte, sfrutta questa figura da brivido, offrendo ai suoi turisti itinerari, ricchi di suggestioni, nei luoghi di Dracula. Questi viaggi guidati seguono due vie principali.

Alcuni mostrano la regione di Pasul Tihuta a nord di Bistrita, dove è ambientato il libro di Stoker. Altri si svolgono tra il luogo natale, i castelli e la tomba di Vlad.

I paesaggi non hanno però nulla di minaccioso o di sinistro, ma sono dolci e rassicuranti. Le costruzioni moderne riportano i visitatori in un’antica atmosfera gotica, come Castel Dracula, un hotel che ricorda vagamente il maniero in cui Jonathan Harker, il protagonista del romanzo di Stoker, ucciderà il vampiro oppure a Bucarest il Count Dracula Club, un ristorante in stile gotico, che secondo i proprietari è situato proprio nella casa che Vlad Tepès possedeva in città.

Quindi, buon viaggio e chissà non incontriate, se non Dracula, almeno un suo discendente.

Le categorie della guida