Questo sito contribuisce alla audience di

Perché ha l’amante?

Oggi alcune teorie sostengono che la natura avrebbe programmato l’uomo per l’infedeltà.

Secondo un’inchiesta dell’Asper il 70% degli uomini italiani dichiara di “aver tradito la propria partner almeno una volta negli ultimi cinque anni”. Gli uomini tradiscono più delle donne e non è una tendenza soltanto italiana.

Una ricerca condotta in 14 Paesi del mondo, ha riferito che il 40% degli uomini è stato infedele almeno una volta nella sua vita mentre solo il 28% delle donne ha fatto lo stesso.

E se tutti questi dati statistici non bastassero a consolarci se lo scoprissimo con un’altra e non servissero a curare il nostro ego ferito, ci sono pure delle spiegazioni scientifiche che “giustificherebbero” il fedifrago.

Infatti, come sostengono gli ultimi studi antropologici, nel Dna dell’uomo è insito uno stimolo che lo spinge a fecondare il maggior numero di donne e, spiega Emmanuele A. Jannini, docente di Andrologia all’Università dell’Aquila, “Più si accoppia con donne diverse, maggiore sarà il suo ‘successo biologico’: ciò che spinge inconsciamente gli uomini al tradimento è dunque la conservazione della specie”.

Però tutto questo non ci aiuta a capire perché lui è stato con un’altra, quando magari a noi tutto sembrava perfetto e meraviglioso. Così cominciano le domande, i sensi di colpa e l’esigenza, quasi incontrollabile, di capire il perché.

Ma non troveremo mai un vero motivo, un vero perché, a meno che lui non sia davvero innamorato della sua amante. Il più delle volte sfoderano giustificazioni assolutamente incredibili, ma non per questo meno dolorose per chi è stata tradita.

Lo fanno perché così possono sentirsi “machi” oppure perché cercano la varietà o ancora sono indotti al tradimento dalla situazione o dagli amici e, infine, la pugnalata finale sarà: “Amo solo te, l’ho capito soltanto adesso!”

Le categorie della guida