Questo sito contribuisce alla audience di

La frase di oggi

Il peggior peccato verso i nostri simili non è l’odio ma l’indifferenza; questa è l’essenza della disumanità. (George Bernard Shaw)

Per cominciare voglio ringranziare gli amici che hanno apprezzato il “mio” aforisma della settimana scorsa. Li ringrazio per le belle e-mail che ho ricevuto e per i bellissimi pensieri che mi hanno trasmesso.

Questa settimana ho scelto una frase che trovo estremamente attuale e adatta agli ultimi avvenimenti della storia del nostro pianeta. Ha ragione George B. Shaw? Purtroppo, sì! Essere indifferenti vuol dire non contare, non esistere.

Quanta indifferenza, per esempio, per il popolo afghano, così tanta che non ci ha permesso di vedere in quali terribili condizioni vivessero. Ci siamo accorti di loro solo quando l’orrore è arrivato fino a casa nostra quel giorno di settembre.

Quanta indifferenza per le popolazioni della ex Jugoslavia o per le tribù africane, così tanta da farci assistere, per molto tempo senza intervenire, alle violenze, alle stragi, agli stupri. Quanta indifferenza per chi ci sta accanto, così tanta da far sparire pure noi, prima o poi.

nipag@supereva.it

Le categorie della guida