Questo sito contribuisce alla audience di

Domani mi sposo...

...ma stasera mi diverto!

La mania tutta italiana di emulare ed imitare tutto ciò che è made in Usa è ormai nota. Dopo avere importato feste tipicamente americane come Halloween, è la volta di un’altra tradizione anglosassone: l’addio al celibato/nubilato.

Questa festa non ha alcuna tradizione italiana ma nonostante questo sono sempre di più i promessi sposi che si concedono questo ultimo scampolo di libertà prima del grande passo.

Impossibile, però, scovare qualche cifra sul fenomeno. Ma considerando che ogni anno in Italia si sposano circa 28Omila coppie, possiamo dire che quasi altrettanti addii alla vita da single vengono celebrati nei vari angoli del Paese. Con brindisi innocenti tra amici o weekend a sorpresa on the road. Oppure con serate liberatorie all’insegna dell’eros tra goliardia e vera trasgressione.

Certo, ciascuno (e ciascuna) fa a suo modo, secondo il suo stile. E con più o meno buon gusto o fantasia. L’importante è festeggiare. E che siano seconde o terze nozze poco importa. Ecco qualche spunto per voi:

Tradizionale E’ la classica cena al ristorante con gli amici/amiche del cuore. Compagni di scuola e colleghi più intimi. E’ d’obbligo rievocare tutte e avventure passate dello sposo/sposa. Prezzo per la cena a partire da 30 euro Evitare i locali dove regna il silenzio: si finirebbe con il disturbare il resto degli ospiti.

Tradizionale-chic Ristorante con saletta privata: è la soluzione migliore per divertirsi in libertà senza essere ascoltati. Molti locali permettono anche un’animazione musicale a richiesta. Cena a partire da 45 euro (almeno 50 con intrattenimento musicale). Praticato da chi ama la buona compagnia e la privacy.

Allegro Cena in libertà (pizzeria o ristorante) e poi tutti a ballare nella discoteca più di moda della zona, sola consumazione a partire da 10 euro). Tipico delle ragazze più giovani. Se la serata butta bene, poi si va a bere qualcosa con i ragazzi conosciuti sul posto.

Trasgressivo Cena nel ristorante della discoteca (saletta privata) oppure a casa propria e spettacolo di strip tease (maschile o femminile) personalizzato (costo dello show da 100 a 300 euro). Per spendere meno si può scegliere di andare in un locale dove si organizzano serate di strip o di lap dance per tutti. In quel caso si paga solo l’ingresso. L’offerta è più limitata per le ragazze. Ma sta aumentando: alcune discoteche prevedono una serata settimanale di strip maschile, la ‘‘lady’s night”.

Studentesco Abbastanza squattrinati da non potersi permettere il ristorante chic e non particolarmente desiderosi di trasgressione? Cena etnica (africana o cinese le più economiche: circa 15/20 euro) e poi tutti al cinema.

Alternativo Anche questo è amato dalle donne: un’intera giornata con le amiche in un hammam, un vero bagno turco di ispirazione maghrebina (ne esistono a Torino, Milano e Roma), a farsi massaggiare corpo e capelli con oli profumati, sorseggiare tè marocchino e ascoltare musica (tariffe a partire da 50 euro). L’ideale per arrivare con la pelle perfetta il giorno del sì.

Le categorie della guida

Link correlati