Questo sito contribuisce alla audience di

Grande Fratello 3

Anche una coppia nell'edizione 2003

Dodici concorrenti, tra i 20 ed i 34 anni, ben 466mq di loft, con mobili italiani e completamente nuovi, pareti trasparenti, piscina coperta e palestra. Questo è il Grande Fratello 3.
Novità di questa terza edizione è la cosiddetta “Suite”: una stanza staccata dal resto della Casa e al di fuori del controllo delle telecamere, con un arredamento orientaleggiante e confortevole.

I vincitori delle prove settimanali potranno scegliere come premio o una “immunità da nomination”, oppure di passare qualche ora in due nella stanza segreta di cui sopra. I collegamenti dall’esterno dello studio saranno curati come sempre da Marco Liorni, mentre alla conduzione in studio penserà Barbara D’Urso.

Ma che cos’è il Grande Fratello? I suoi fautori parlano di TV verità, i denigratori di TV spazzatura, forse sono un po’ fuori luogo entrambe le definizioni. Non credo innanzitutto che esista la TV spazzatura, è più opportuno, forse, parlare di telespettatori spazzatura perché se non ci fossero loro non ci sarebbero certi programmi televisivi.

Allora è TV verità? Più che alla vita reale il Grande Fratello somiglia ad una soap opera con tanto di protagonisti che si odiano, si sparlano, si tentano e si accoppiano in diretta. E ognuno di noi, a casa propria, può godersi questo spettacolo, non capendo che è solo finzione, ma illudendosi di spiare nella casa del vicino (desiderio che abbiamo, in fondo, sempre avuto tutti).

Così, questi ragazzi, sconosciuti fino a due settimane fa, diventano come Ridge, Brook o Sally Spectra. Diventano divi per cui parteggiano i telespettatori e che sono costretti ad interpretare una parte. Tutto è finto: la casa, i loro dialoghi e i loro comportamenti che hanno poco a che fare con la spontaneità e la naturalezza. Sono soltanto degli attori, a volte, anche bravi, ma solo quello, ma, poiché sono presi dal “popolo” ci danno l’illusione di essere come noi e che chiunque può avere i suoi 100 giorni di notorietà. Dopo la radio e la TV anche internet ha, così, la sua soap opera con i suoi intrighi e i suoi amori.

Le categorie della guida

Link correlati