Questo sito contribuisce alla audience di

Chiesa di Santa Maria in Cosmedin

La Bocca della Verità

La Bocca della VeritàIn piazza Bocca della Verità n. 18, sorge la chiesa di Santa Maria in Cosmedin, costruita nel VI secolo sui resti di un edificio della fine del I secolo, probabilmente una zona dedicata al culto di Ercole. Due secoli dopo venne data ai Greci sfuggiti alle persecuzioni degli iconoclasti (distruttori di immagini sacre), i quali l’abbellirono. Da qui il nome Cosmedin che significa ornamento.

Nell’ingresso, sotto il portico ad archi, si trova il celebre mascherone di pietra: la “Bocca della Verità”, che ha dato il nome alla piazza. Rappresenta una divinità fluviale e secondo la tradizione popolare, mozzerebbe la mano di chi, colpevole di aver detto qualche bugia, osasse introdurla nella sua apertura.

La chiesa fu restaurata più volte, soprattutto nel XII e XIII secolo. Degni di attenzione sono il portico, il campanile romanico, la considerevole pavimentazione, il baldacchino gotico dell’altare maggiore. La cripta è scavata in un blocco di tufo dell’Aniene che sembra provenire dall’originaria ara per il culto di Ercole.