Questo sito contribuisce alla audience di

Pollo in padella alla romana

La cucina romana

Pollo alla romanaIngredienti per sei persone:

1 pollo da 1 Kg circa;

50-60 g di prosciutto grasso e magro tagliato a listarelle;

olio q.b.;

sale e pepe;

1 spicchio d’aglio (anche tritato);

poche foglie di maggiorana;

mezzo bicchiere di vino bianco secco;

mezzo Kg di pomodori.

Preparazione: Si pulisce bene e si fiammeggia il pollo, si taglia in pezzi che vanno lavati e asciugati. Si mettono in padella l’olio e le listarelle di prosciutto. Quando il prosciutto inizia a rosolarsi, si butta dentro il pollo. Si lascia rosolare, rigirandolo e, una volta imbiondito, si aggiunge l’aglio, la maggiorana e il mezzo bicchiere di vino.
Di tanto in tanto si rigirano i pezzi di pollo, finché la carne è ben rosolata ed il vino consumato, quindi si unisce il pomodoro e si alza un po’ il fuoco (aggiungere acqua o brodo se la salsa si dovesse restringere). Continuare a fuoco vivo per circa venti minuti. Il sugo dovrà essere denso ma non abbondante.

E’ una delle tante gustose specialità romane al pomodoro. Indubbiamente a questo piatto si riferiva Trilussa, nella sua poesia in cui il Gatto annuncia alla Gallina appena rimasta vedova, l’avvenuta morte del Pollo:

Vostro marito passerà a la Storia:
perché fece una morte proprio bella,
arrabbiato in padella,
framezzo ar pomidoro de la gloria!