Questo sito contribuisce alla audience di

Villa Borghese e i suoi tesori

La Galleria Borghese

Apollo e DafneLa splendida villa Borghese, al centro di Roma, fu creata agli inizi del XVII secolo dal cardinale Scipione Borghese, che ne affidò il progetto all’architetto fiammingo Giovanni van Santen (Vasanzio) e all’italiano Flaminio Ponzo, i quali nel 1613 iniziarono a costruire il Casino, ultimato tre anni dopo e a sistemare il parco che ora è il più famoso dei parchi pubblici romani, celebre nella belle époque per i concerti di banda del famoso maestro Vessella, per le passeggiate di D’Annunzio, Pascarella e molte altre celebrità. Nel 1902 la villa e la collezione vennero acquistate dallo Stato italiano che ne fece dono al Comune di Roma affinché fosse aperta al pubblico. Scipione aveva fatto costruire il Casino per conservare la sua collezione di dipinti e sculture; ora è l’attuale Museo e Galleria Borghese, la “regina delle collezioni”, che comprende opere di Caravaggio (la raccolta dei suoi dipinti nella Galleria è tra le più importanti del mondo), Bernini, Botticelli e Raffaello. Di Raffaello possiamo ammirare “Deposizione”, commissionato da Atalanta Baglioni da Perugia in memoria del figlio assassinato alcuni anni prima, è uno dei primi quadri che Raffaello eseguì prima della partenza per Roma. L’artista riprese la composizione da un sarcofago antico, ponendo l’accento sul carattere patetico della scena attraverso le espressioni di dolore sui volti dei personaggi raffigurati.

Tra le sculture troviamo “Apollo e Dafne” la statua del Bernini raffigurante Dafne che, per sfuggire alle strette di Apollo, si trasforma in una pianta di alloro: vi è uno sorprendente contrasto fra l’esile corpo della ninfa che si riveste di corteccia e i capelli che si tramutano in rami.

Per informazioni:

Zona: Piazzale Scipione Borghese, 5

Tel.: 0632810;

Sito web: www.galleriaborghese.it