Questo sito contribuisce alla audience di

Passeggiata ai Fori Imperiali Parte II

"Camminando tra le rovine dei Fori"

"Tempio di Antonio e Faustina" Lungo la via Sacra si trova il Tempio del Dio Romolo fatto costruire dall’imperatore Costantino.

Sulla destra vediamo il Tempio di Antonio e Faustina eretto nel 141 dall’imperatore Antonino Pio per rendere onore alla moglie deceduta.

Proseguendo nella nostra passeggiata troviamo sulla sinistra la Regia dove forse hanno dimorato i Re di Roma, in essa esisteva il santuario dedicato al dio Marte e si narra che vi furono collocate le prime leggi scritte quelle delle XII Tavole.

"Tempio di Vesta" Accanto i resti del Tempio di Vesta di forma rotonda e costruito con marmo prezioso; di fronte la Casa delle Vestali, sacerdotesse del culto di Vesta, erano sei avevano dai 6 ai 10 anni e provenivano da grandi famiglie patrizie; rimanevano nell’Ordine per 30 anni, restando caste e mantenendo sempre acceso il fuoco sacro: Rea Silva madre di Romolo e Remo era una vestale.

"Casa delle Vestali" Se una vestale mancava al voto di verginità sarebbe stata sepolta viva, mentre il seduttore veniva ucciso a frustate; nella Casa delle Vestali le vergini vissero fino alla fine dell’Impero, in seguito la loro casa venne occupata da funzionari imperiali e poi da quelli papali.

Guardiamo ora verso il Campidoglio, troveremo i resti di un’antica vasca e di un Tempio: la Fonte Giuturna risalente ai tempi in cui i romani non avevano ancora costruito gli acquedotti e bevevano l’acqua del Tevere, quindi la Fonte aveva una grande importanza.

"Tempio dei Dioscuri" Tre belle colonne di marmo bianco indicano i resti del tempio dedicato a Castore e Polluce sorto nel 484: Tempio dei Dioscuri, qui inizia il Vicus Tuscus, quartiere etrusco abitato per secoli dagli etruschi che erano venuti a Roma con il loro re Tarquinio Prisco.

Davanti al Tempio si può ammirare la grande costruzione della Basilica Giulia iniziata da Giulio Cesare, completata da Augusto e dedicata ai figli adottivi Gaio e Lucio; sui pavimenti si possono ancora notare le incisioni di vari giochi e graffiti che raffigurano alcune statue.

Andando indietro nel tempo possiamo ricordare che accanto alla Basilica, dove ora si trovano alcuni resti di una costruzione in mattoni, si svolse uno dei più grandi drammi della storia di Roma, ma di questo parleremo nella nostra prossima passeggiata romana ai Fori Imperiali.

Torna alla I Parte: Passeggiata ai Fori Imperiali