Questo sito contribuisce alla audience di

"Clelia"

Giovani romane ostaggi di Porsenna dopo la pace con Roma

"Tevere" Etruschi e Romani avevano concluso la pace con Porsenna dopo che il giovane romano Muzio si era bruciato di propria volontà la mano per non essere riuscito ad ucciderlo.

Come era in uso, Porsenna si fece consegnare, come ostaggi, alcune giovinette tra cui si trovava Clelia la quale convinse le compagne a tentare la fuga per non restare con i nemici.

Durante la notte uscirono dal campo nemico senza essere notate, raggiunsero il fiume Tevere e lo attraversarono a nuoto; le sentinelle di guardia le portarono davanti ai consoli i quali ordinarono, in quanto la parola data era per loro sacra, di riconsegnare le fanciulle al re etrusco.

Ammirando la lealtà dei Romani, Porsenna liberò Clelia ed alcune fra le ragazze più giovani, rinunciò definitivamente a proseguire la guerra e tornò nella sua terra.