Questo sito contribuisce alla audience di

Orazio Coclite

"Il giovane soldato romano che affrontò gli Etruschi"

"Ponte di legno" Gli Etruschi sotto la guida di Porsenna, cercavano di assediare Roma passando sul ponte Sublicio sotto cui scorreva il fiume Tevere.

Il ponte era costruito in legno e i guerrieri etruschi lo stavano attraversando quando un giovane soldato romano gridò ai suoi compagni di tagliare il ponte mentre egli affrontava da solo il nemico: era Orazio Coclite.

Il ponte, tagliato a colpi di scure, crollò nelle acque del fiume Tevere e Orazio tuffatosi dal ponte mentre crollava, nuotò sotto le frecce scagliate dai nemici, riuscendo ad arrivare salvo sulla sponda opposta.

Ma il suo coraggio non servì a molto perché Porsenna non si arrese e continuò l’assedio di Roma.