Questo sito contribuisce alla audience di

La "Bocca della Verità"

Roma e i suoi monumenti

"Bocca della Verità" Molti turisti che visitano Roma amano portarsi un ricordo facendosi fotografare con la mano dentro la bocca aperta del grande mascherone di marmo in Santa Maria in Cosmedin la “Bocca della Verità” che vi si trova dal 1632.

Il naso la bocca e gli occhi sono dei fori cavi, mentre il volto ha la barba, l’immagine riprodotta è stata nel corso dei secoli interpretata in vari modi come la rappresentazione di Giove, del dio Oceano o di un oracolo.

Non è ancora ad oggi certo l’uso a cui era adibita, ma la sua notorietà è antica risalendo all’XI secolo in cui le venne attribuita la facoltà di pronunciare oracoli.

Molte leggende vi ruotano intorno tra cui quella che venisse usata dai mariti e dalle mogli per assicurarsi della fedeltà reciproca: chi non era stato fedele inserendo la mano nella Bocca della Verità, questa vi sarebbe stata trattenuta e morsa.