Questo sito contribuisce alla audience di

Civiltà Romana

"Inizia la storia di Roma"

"La lupa con Romolo e Remo"

La storia della civiltà romana, o storia di Roma antica, narra le vicende storiche che accompagnarono la città dalle sue origini fino alla caduta dell’Impero Romano d’Occidente nel 476.

La sua fondazione si narra che risalga al VIII secolo a.C. per opera di Romolo e Remo, anche se il vero fondatore fu Romolo in seguito all’uccisione del fratello per sua mano.

La data ufficiale, della sua fondazione è stata stabilita al 21 aprile del 753 a.C.

Riguardo alla storia archeologica, tracce di pastorizia ed agricoltura, sono state ritrovate nella zona del Latium (regione storico-geografica costituita dalla parte meridionale dell’attuale Lazio, a sud del fiume Tevere).

Ma la vera e propria città si deve ad una graduale riunione della popolazione dei Latini in vari villaggi, sorti sui tradizionali sette colli, che costituirono in seguito il fulcro di un vero centro urbano.

Il territorio era costituito da vaste zone pianeggianti nelle vicinanze del fiume Tevere, ma erano soprattutto paludi e stagni.

Per il commercio, soprattutto di sale che serviva per l’attività agricolo-pastorale, si utilizzava la via che andava dalla costa alle zone interne della Sabina lungo la valle del Tevere, corrispondente all’attuale via Salaria; la seconda via utilizzata era quella che univa l’Etruria alla Campania.

I primi re di Roma, contribuirono alla nascita e al successivo sviluppo delle istituzioni romane e al progresso socio-politico dell’Urbe.

Il primo re, che fondò anche la città di Roma, fu Romolo che si occupò anche delle prime istituzioni politiche, militari e giuridiche.

La sua morte è avvolta dal mistero e la leggenda narra che un giorno, mentre era intento a passare in rassegna l’esercito, scoppiò un furioso temporale e una fitta nebbia lo avvolse e i suoi uomini non riuscirono più a vederlo.

Quando la tempesta cessò e tornò il sereno, di lui non vi era più traccia, i senatori dissero che suo padre, il dio Marte, lo aveva rapito in cielo; da allora venne chiamato Quirino, che deriva da Quirinus, dio romano di origine sabina che rappresentava l’aspetto pacifico di Marte, identificato poi con Romolo dopo la morte di questi e il suo significato è “armato di lancia”.

Ma la storia più credibile è che sia stato vittima di un complotto e che i senatori, per giustificare l’accaduto, inventarono per il popolo la sparizione, dichiarandola soprannaturale.