Questo sito contribuisce alla audience di

IV Re di Roma

"Anco Marzio"

Ponte Sublicio Il quarto Re di Roma fu Anco Marzio (640-616 a.C.), ultimo re di origine sabina, nipote di Numa Pompilio e come questi savio e pacifico; ma per difendere i suoi territori fu obbligato a combattere sconfiggendo i Latini.

"Acquedotto" Ingrandì Roma, includendo nelle sue mura l’ Aventino ed il Gianicolo, fece costruire il Ponte Sublicio, primo ponte in legno sul Tevere, che collegò la città alla sponda destra del Tevere, la costruzione fu eseguita con traversine di legno duro, senza l’impiego di ferro o di bronzo, costruì anche il grande acquedotto dell’Acqua Marcia.

Fondò il porto di Ostia, a cui Roma si collegava con la via Ostiense, dando così inizio all’importanza marittima di Roma.

Come Numa Pompilio, anche Anco Marzio morì di morte naturale, il suo successore fu Tarquinio Prisco.