Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie Giuseppe Gioacchino Belli

"La Bocca della Verità"

"La Bocca della Verità" Fra le rime di Giuseppe Gioacchino Belli un sonetto, scritto il 2 dicembre del 1832, ricorda la Bocca della Verità.

La Bocca della Verità

“In d’una cchiesa sopra a ‘na piazzetta / Un po’ ppiù ssù de Piazza Montanara / Pe’ la strada che pporta a la Salara, / C’è in nell’entrà una cosa bbenedetta. / Pe’ tutta Roma quant’è llarga e stretta / Nun poterai trovà ccosa ppiù rara. / E’ una faccia de’ pietra che tt’impara / Chi ha detta la bucìa, chi nu’ l’ha detta. / S’io mo a sta faccia, c’ha la bbocca uperta, / Je ce metto una mano, e nu’ la strigne / La verità da me ttiella pe’ certa. / Ma ssi ficca la mano uno in / bucìa, / Essi sicuro che a ttirà né a spigne / Quella mano che llì nun vié ppiù via.” //