Questo sito contribuisce alla audience di

I Palazzi della storia di Roma

Palazzo Doria-Pamphili sede di una Galleria d'arte

Palazzo Doria-Pamphili Palazzo Doria-Pamphili, o Palazzo Doria, è un edificio che si trova tra via del Corso, piazza del Collegio romano, via della Gatta e via del Plebiscito.

Era in origine di proprietà della famiglia Della Rovere, in seguito divenne della famiglia Aldobrandini e, nel seicento, passò definitivamente alla famiglia Doria Landi Pamphili che lo rese più grande tanto che divenne il più importante palazzo della città.

Galleria Doria Pamphilj Attualmente è aperto al pubblico in quanto è sede della Galleria Doria Pamphilj dove troviamo una importante raccolta di dipinti e vari oggetti d’arte; nel palazzo è anche conservato il ritratto di papa Innocenzo X (nato Giovanni Battista Pamphilj Roma, 6 maggio 1574-Roma, 7 gennaio 1655, 236° papa dal 1644 al 1655)., opera di Velàzquez datata 1649 (Diego Rodríguez de Silva y Velázquez, pittore spagnolo noto come Velázquez Siviglia, 6 giugno 1599-Madrid, 6 agosto 1660).

Il ritratto si trova dal 1927 in una stanza dedicata al papa, dove è esposta anche una scultura di Papa Innocenzo X del Bernini.

La facciata su via del Corso, realizzata tra il 1730 e il 1735, è dell’architetto Gabriele Valvassori (Roma, 21 agosto 1683-7 aprile 1761), mentre la Cappella è opera di Carlo Fontana la costruzione della Cappella, realizzata su progetto di Carlo Fontana (Rancate, 22 aprile 1638- Roma, 5 febbraio 1714); i soffitti delle stanze di rappresentanza sono affrescati in stile barocco.