Questo sito contribuisce alla audience di

Il duello tra Orazi e Curiazi

L'astuzia di un Romano si dimostra arma vincente contro Albalonga

Foro Romano

Una leggenda associata alla guerra tra Roma e Albalonga sotto il regno di Tullo Ostilio, narra che Romani ed Albani decisero di comune accordo di far combattere tre campioni per ognuna delle due città per porre fine alle contese.

I tre romani furono i fratelli Orazi e i tre albani i fratelli Curiazi, tutti erano valorosi guerrieri.

Orazi e Curiazi Durante il ferreo combattimento due dei Romani, dopo aver ferito i tre Albani, caddero morti, quindi il duello sembrava volgere definitivamente in favore dei Curiazi tanto che il loro esercito gridava di gioia.

Il soldato superstite degli Orazi, illeso, fece finta di fuggire, pensando che comunque i Curiazi erano feriti e non potevano essere tanto veloci nell’inseguirlo, in effetti egli improvvisamente si voltò e vide che i tre, mentre lo inseguivano, erano notevolmente distanti l’uno dall’altro, allora con astuzia tornò indietro e colpì a morte il primo avversario.

Di nuovo fece finta di fuggire e con la stessa astuzia uccise gli altri due Curiazi sotto le acclamazioni dell’esercito romano.

Fu stipulata la pace ed Albalonga passò sotto il dominio di Roma.

2^ Foto: it.wikipedia.org